Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us.

Un archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla colonna centrale.

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE".

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”.
(Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

giovedì 31 marzo 2016

Qualcuno vuole incatenarvi?


“Se rimanete nella mia parola conoscerete la verità, e la verità vi renderà liberi”. (Giovanni 8:31, 32)


Gesù si espresse in maniera chiara. Molto chiara. Spiegò chiaramente cosa è necessario per essere accetti a Dio. Fece capire che il regno dei cieli appartiene a chi si mantiene umile ed innocente come un bambino. Infatti disse anche: “Veramente vi dico: A meno che non vi convertiate e non diveniate come bambini, non entrerete affatto nel regno dei cieli." Matteo 18:3. 
Gesù sapeva bene che spesso gli esseri umani imperfetti hanno la tendenza a giudicare. Diede il consiglio: “Smettete di giudicare affinché non siate giudicati”. (Matt. 7:1) Notate che Gesù non disse “non giudicate”, ma “smettete di giudicare”. Sapeva che molti suoi ascoltatori avevano già l’abitudine di giudicare il prossimo, il compagno, il fratello.

Gesù conosceva anche la nostra innata tendenza a sbagliare. Ma non affossò mai nessun peccatore nei sensi di colpa. Non fece mai sentire nessuno con le spalle al muro.
Che dire invece dell'organizzazione a cui apparteniamo che si definisce "cristiana"? Sono davvero "cristiane" tutte le sue direttive?

Un articolo trovato in rete, se ci meditiamo su, può farci notare molte cose....



lunedì 28 marzo 2016

Non lasciatevi condizionare

Vi è un luogo comune, tra i Testimoni di Geova. Un luogo comune che in molti fanno fatica a digerire. 
Un luogo comune che obbliga il nostro cervello a compensare la contraddizione che causa dissonanza cognitiva nei nostri pensieri.
Quante volte sentiamo dire: "il mondo è malvagio", "l'istruzione secolare distoglie dagli interessi del Regno", "accontentiamoci di un tetto e di un pò di cibo..." 

Dov'è il problema? Il problema è che ogni affermazione ha due facce, e di volta in volta viene presa come termine di paragone quella che è più conveniente per l'organizzazione.

Prendiamo, ad esempio, l'istruzione secolare superiore. Si, gli studi universitari sono scoraggiati, tra i giovani Testimoni di Geova, perchè portano via "energie" all'opera di predicazione, e perchè mettono i giovani "a contatto con lo spirito di questo mondo"...

domenica 27 marzo 2016

Siamo i soli ad essere onesti?




I Testimoni di Geova sono più onesti e morali dei non credenti?

Tradotto da "Victor"



venerdì 25 marzo 2016

Abbiamo sostenuto le politiche dell'Onu per 10 anni


Un fatto già risaputo ma ancora ignorato da molti...

Forse non tutti i fratelli lo sanno, ma l'organizzazione Watchtower è stata iscritta presso l'organizzazione della nazioni unite (ONU) dal 1991 per ben 10 anni. L'associazione prevedeva il sostegno alle politiche dell'ONU. Questo è quanto recita il documento ufficiale emesso dagli uffici ONU datato 11 ottobre 2001. 

La Watchtower ha  "Supportato e rispettato dei principi della carta delle nazioni Unite" fin quando ha richiesto di essere cancellata dall'elenco degli Enti sostenitori dell' ONU, nel 2001... (vedi immagine 3)


giovedì 24 marzo 2016

Gli illusionisti del corpo direttivo


Come ti tarocco il numero dei presenti alla commemorazione


Forse non tutti lo sanno, ma in molte zone è in corso un'accorpamento di congregazioni, che in qualche caso diminuiscono invece di aumentare.
L'anno scorso, per la prima volta, il numero dei presenti alla commemorazione è diminuito drasticamente. Nell'ultimo anno il rapporto mondiale indica anche una stagnazione nel numero di proclamatori, segno che a fronte di tanti battezzati, ci sono stati altrettanti fuoriusciti...


martedì 22 marzo 2016

Attentati a Bruxelles, ancora la religione?


Attentati a Bruxelles...

Nessun commento, solo rabbia, dolore, senso di impotenza. Cordoglio per le vittime. Sentimenti che si accentueranno, quando giungeranno alle nostre orecchie i soliti commenti idioti, come accadde dopo gli attentati di Parigi...



I Testimoni di Geova ed i diritti umani


I nostri "diritti", come TDG, valgono di più di quelli "del mondo"?


Vengono aggiornate di frequente, sul sito jw.org, le notizie relative a fratelli ingiustamente detenuti in ogni parte del mondo a motivo della loro fede. Queste notizie ci causano molta tristezza, e speriamo davvero che presto le loro sofferenze possano cessare.
Oggi, nel XXI secolo, la libertà di espressione e di pensiero di un individuo, è universalmente riconosciuta da gran parte dei governi di questo mondo.
Ma resistono ancora diverse nazioni, in cui questo diritto è negato.
L' ONU, in diverse occasioni, si è fatta promotrice di questo diritto riconosciuto ormai un pò da tutti, sopratutto da chi vive in paesi dove regna un regime totalitario...


domenica 20 marzo 2016

Sul monte di Geova... si provvederà...?


Per questo oggi si usa dire: “Sul monte di Geova si provvederà”   Genesi 22:14 

"Mettete al primo posto il Regno, e tutte queste cose vi saranno aggiunte" fu una promessa di Gesù. E molti testimoni di Geova, negli anni, hanno preso a cuore queste parole. Si sono messi a disposizione dell'organizzazione ovunque ce ne fosse bisogno. Molti altri hanno rinunciato ad una carriera secolare per fare i pionieri o i missionari, e molti giovani hanno preferito non continuare gli studi, mettendosi al "servizio di Dio", e confidando che presto le condizioni del mondo sarebbero cambiate.


venerdì 18 marzo 2016

La misericordia dimenticata


tratto dal sito www.inattivo.info

Una società senza misericordia.

“Chi non pratica la misericordia avrà il suo giudizio senza misericordia”. (Giacomo 2:13)

Molti si sono rassegnati a vivere una vita priva di misericordia. Molti altri pensano ai loro interessi e alla posizione che occupano. E’ un atteggiamento che si riscontra anche nella vita cristiana. La concezione di congregazione è diventata sempre più una questione di «organizzazione» e meno di «popolo». Fra i testimoni di Geova è sorta una concezione moderna di Atti 15:14. Questa scrittura evidenzia l’attenzione di Geova alle nazioni, «per trarne un popolo per il suo nome».

Oggi si è adempiuta in chiave moderna: Geova ha rivolto l’attenzione, non alle nazioni, ma al suo popolo per trarne «un’Organizzazione per il suo nome». Un’organizzazione siglata JW e relativi punti e altre siglette abbreviate. Da più parti c’è la consapevolezza che l’Organizzazione pensi più alle sue esigenze che a quelle del popolo di Geova. C’è una percezione al nostro interno, non di un popolo ma di un’organizzazione «astratta», riferita più al Corpo Direttivo e ai vari comitati, che a tutti i testimoni di Geova che ne fanno parte.

Si ha l’impressione che la parola popolo sia scomparsa dal vocabolario dei testimoni di Geova...


giovedì 17 marzo 2016

Appunti di viaggio



Viaggiare è una scuola di umiltà, fa toccare con mano i limiti della propria comprensione, la precarietà degli schemi e degli strumenti con cui una persona o una cultura presumono di capire o giudicano un’altra.
(Claudio Magris, L’infinito viaggiare)


Approfitto di una pausa, per scrivere i miei appunti di viaggio. Un viaggio in cui mi sono trovato catapultato, senza ricordare quando è iniziato. Il viaggio di una vita in cui i ricordi più lontani vengono mano a mano cancellati.
Un viaggio fatto di sterminate pianure, di salite difficili e discese pericolose.
Anche questo blog ha iniziato un suo viaggio. Se sia di poche fermate, o un viaggio lungo come un orient-express non è possibile capirlo adesso.
Un viaggio che a qualcuno mette ansia, perché porta in terre sconosciute. Terre che non si conoscono, terre inesplorate, terre che forse sono sempre state a pochi passi da noi. Ma non ce ne siamo mai accorti.

martedì 15 marzo 2016

I cartoni animati della Watchtower: influenza sui bambini


Come fare leva sui bambini per i propri interessi con Lele e Sofia


Qualche giorno fa ho scritto sulle tecniche della società relativamente al "plagio emotivo". Video strazianti, musiche solenni ed altre "leve" per influenzare i comportamenti basati sull'emotività.
Ma ciò che crea scandalo è usare questi strumenti per manovrare i bambini. La mente di un bambino è come una pagina bianca, ed è lodevole ogni sforzo per incoraggiare i piccoli alla virtù, alla bontà, all'altruismo, alla lealtà, alla laboriosità.
Ma quando si cerca di utilizzare la propria influenza per aspetti opinabili, e idee modificabili nel tempo, o peggio, per i propri interessi, questo diventa inaccettabile...

Pieni di amore... o di indifferenza?


Il peggior peccato contro i nostri simili non è l’odio ma l’indifferenza: questa è l’essenza della mancanza di umanità.(George Bernard Shaw)


Dal sito www.inattivo.info

Ho letto un'articolo bellissimo scritto da fratelli. Parla dell'indifferenza. E' uno spaccato verissimo e realissimo di ciò che si vive oggi nelle congregazioni. Ho promesso che non avrei copiato integralmente l'articolo, quindi ne riporto solo alcune citazioni.
In fondo alla pagina troverete il link per poter leggere la versione integrale...


lunedì 14 marzo 2016

Adesso sfoggiamo premi e statuette



Una lode a se stessi poco opportuna


Sul sito jw.org (prima solo sulla versione inglese adesso anche su quella italiana) è comparsa la News in cui si afferma che la Watchtower è stata premiata... ma si tratta di una notizia vera? Cosa c'è dietro? 

Questa una bozza della traduzione delle prime righe dell'articolo (in inglese):

JW Survey ha scoperto i dettagli rivelando che queste statuette sono state infatti acquistate dall'organizzazione Torre di Guardia da una società di marketing che si promuove ingannevolmente come un concorso a premi ben riconosciuto. Sia la registrazione sia i premi sono pagati secondo uno schema abbozzato progettato per imitare premi importanti come l' Oscar e l'Emmy .

sabato 12 marzo 2016

Congressi di zona 2016: rimaniamo leali a Geova


Congressi di zona 2016: i nuovi inviti cosa rivelano?



Sono apparsi già da qualche tempo, su internet, i nuovi inviti per i congressi di zona (quello mostrato è in Inglese). Potrebbe sembrare una normale fuga di notizie, come accade regolarmente da un anno a questa parte. 

In realtà c'è dell'altro, ma lo vedremo dopo. Recentemente sono usciti quelli in italiano sul sito ufficiale jw.org.
Il tema dei congressi sarà "rimaniamo leali a Geova". Come mai viene menzionata la lealtà a Geova su un invito da destinare al pubblico?

Non è più attraente la speranza biblica del nuovo mondo, o più stimolante il pericolo di un'imminente distruzione ad Armaghedon? Cosa può importare alle persone della lealtà a Geova, se il nome di Dio viene messo in relazione ad un gruppo che non gode della massima stima "nel mondo"? (stima da qualcuno si, ma non dalla maggioranza)

Qui non c'entra la predicazione o la Bibbia. Per oltre 100 anni si è predicato "la buona notizia del regno", la speranza della vita eterna, il giudizio di Dio ad Armaghedon, la condanna della falsa religione. Forse, come già accaduto in passato, sarebbe stato più "popolare" parlare della figura di Gesù, universalmente riconosciuta, invece che della lealtà a Geova.

Rimaniamo leali a Geova 

E' evidente che, visti i minimi aumenti degli anni scorsi, il corpo direttivo ha capito che questi congressi non servono molto nel fare discepoli. Piuttosto, organizzando questa campagna mondiale di inviti, sperano che compiendo quest'opera, i proclamatori parlino più che altro a se stessi ed alla loro coscienza. Il proselitismo non paga più. Per lo meno. oggi sembra meno redditizio. Diciamo questo, perchè i minimi aumenti non vanno di pari passo con le contribuzioni, che sono in netto calo. Parlando di "lealtà a Geova" (che per il TDG significa lealtà all'organizzazione) si spera di tenere "unito" lo zoccolo duro della fratellanza mondiale.



Volete leggere cosa ne pensano alcuni fratelli di questi congressi che sono già iniziati?

Leggete questo link:  congressi di zona 2016



Cosa sta accadendo in realtà?...


giovedì 10 marzo 2016

Oltre 115 anni di predicazione... aspettando Godot


Aspettando Godot


L'opera di predicazione prosegue da oltre 115 anni. Molti Testimoni non conoscono bene la storia dell'organizzazione e le aspettative che avevano i fratelli del passato.

Miliardi di ore di predicazione, milioni di chilometri percorsi, tonnellate di carta ed inchiostro (pagate di tasca propria con contribuzioni volontarie), insegnamenti chiamati "la verità" che mutano di decennio in decennio, desideri e realizzazioni personali messi da parte in attesa del nuovo mondo.

Generazioni di proclamatori, vissuti e morti con la certezza di un avvenimento imminente, centinaia di milioni di persone morte, sebbene fossero state "avvisate" dell'imminente distruzione...


martedì 8 marzo 2016

Una causa in corso contro la Watchtower



Watchtower News Bulletin: la sentenza sull’abuso sessuale di Delaware evidenzia la confusione della Watchtower




Katheryn Harris Carmean White sta scontando una pena detentiva di sei anni per aver abusato sessualmente di un ragazzo di 14 anni

Un tribunale del Delaware ha stabilito che la Watchtower non può invocare il segreto confessionale come scappatoia per evitare la segnalazione di abusi sui minori, secondo un recente racconto di Trey Bundydi Revealnews.org.
Il caso riguarda una Testimone di Geova di 30 anni  di nome Katheryn Harris Carmean White, che aveva avuto più volte rapporti sessuali con un ragazzino di 14 anni, e che aveva poi confessato agli anziani della congregazione l’abuso.
Gli anziani della congregazione non hanno segnalato l’abusante alle autorità. Adesso quegli anziani, e la stessa congregazione, devono affrontare una causa legale, intentata dalle autorità del Delaware, per non aver segnalato l’accaduto...

domenica 6 marzo 2016

Ti prego, Geova, fammi vivere !



La storia di un servitore di Geova del passato...


Sono un uomo molto fortunato. Sono giovane, ho un lavoro, sono sposato con una donna meravigliosa e bella e siamo entrambi adoratori di Geova.

Sono fortunato perché sono nato in una terra che ha la benedizione di Dio. I miei genitori e tutta la mia famiglia coltiva la terra ed alleva pecore e capre. Siamo Ittiti ma abbiamo conosciuto la verità intorno al vero Dio, Geova, e ci siamo sottoposti con gioia alla sua sovranità. 
Inoltre il Re d’Israele, il buon Re Davide, ha voluto darmi un lavoro nel suo esercito che mi permette di mantenermi decorosamente con la mia sposa  che, con la benedizione di Geova, mi darà una numerosa progenie.

sabato 5 marzo 2016

Pascete il gregge di Dio



Il manuale/libro di testo per gli anziani di congregazione



Molti sostengono che gli anziani di congregazione hanno manuali "segreti" per impartire direttive che non è possibile far conoscere ai comuni "proclamatori"...


Watchtower ancora indagata nel Regno Unito




Watchtower News Bulletin: La UK Charity Commission continuerà ad indagare sulla Watchtower



Nel Regno Unito, le cose stanno andando di male in peggio per la Watchtower.
La Charity Commission del Regno Unito sta svolgendo un’indagine legale sul ramo britannico della Watchtower, che è attualmente registrato come ente di beneficenza nel Regno Unito, e anche sulla Congregazione di New Moston, registrata anch’essa come ente di beneficenza. Lo scopo delle indagini è conoscere “le misure che la Watchtower usa per salvaguardare bambini e adulti a rischio”. L’indagine prende vita da un episodio accaduto nella congregazione di New Moston, dove all’ex anziano di congregazione e aggressore sessuale condannato, Jonathan Rose, è stato permesso di interrogare direttamente le sue vittime in un tribunale religioso, vittime che apparentemente sono state costrette a presenziare al tribunale religioso a causa delle politiche della Watchtower.
Invece di cooperare con l’inchiesta, cosa che avrebbe dato un chiaro segnale che la Watchtower non aveva nulla da nascondere, il gruppo religioso ha lottato con le unghie e con i denti per soffocare l’indagine, sollevando molteplici obiezioni legali al fine di impedire anche solo l’avvio delle investigazioni. Essendo che ogni obiezione è stata respinta, il processo si è ora spostato alla Corte d’Appello.

mercoledì 2 marzo 2016

Circolari per gli anziani di congregazione


Circolare del 1 agosto 2016 sul problema pedofilia - Aggiornamento "Circolari per gli anziani di congregazione" - files per il download - Aggiornamento alla circolare del 1 settembre 2017


Dal momento che anche su questo blog, nei commenti, vengono postate diverse informazioni, e queste a volte potrebbero essere fuorvianti...

Per dare la possibilità a tutti i lettori di capire come stanno realmente le cose, postiamo i link a 3 circolari riservate agli anziani di congregazione.

Cliccando sul link si può scaricare la relativa circolare in formato PDF. Le circolari sono leggibili con qualunque cellulare smartphone, tablet o PC.


martedì 1 marzo 2016

Le Iene: un altro video sui Testimoni di Geova


Le Iene - Puntata del 1 marzo 2016

Il servizio delle "Iene" è andato in onda oggi 1 marzo 2016

ecco il link per chi se lo fosse perso......

http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/pelazza-testimoni-di-geova-e-abusi-sessuali_598567.html

Il servizio prima parla del"problema" dell'ostracismo, poi si concentra sul problema degli abusi sessuali (su minori) non denunciati.

Il rappresentante stampa  della Betel si rifiuta di rilasciare dichiarazioni. Viene giustamente fatta menzione del problema pedofilia nelle congregazioni australiane, fatto che in Italia è attualmente ancora poco conosciuto.


Il "love bombing" ed i sensi di colpa




Meccanismi che possono generare sensi di colpa: il "love bombing"


Da Wikipedia:
Il love bombing, letteralmente bombardamento d'amore, è un termine che indica la manifestazione deliberata di affetto, costituito da una intensa manifestazione di amicizia e di attenzione, esercitato da un individuo o da un gruppo di individui allo scopo di ottenere una influenza sulla persona coinvolta. Secondo i critici dei culti è una delle tecniche di plagio praticate, spesso sistematicamente, da comunità gerarchiche o dalle sette religiose.[1]
Il termine è stato diffuso dalla psicologa Margaret Singer[2], in un suo libro del 1996, Cults in Our Midst, nel quale la Singer descrive così la tecnica...

ARCHIVIO

.