Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us.

Per capire come "nasce" questo blog, leggere le pagine info sul blog nella colonna a sinistra.

Un archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla colonna centrale.

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE".

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”.
(Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

martedì 18 luglio 2017

Bruciare dentro



Si punta spesso il dito verso le epoche più buie in cui è vissuto l'essere umano. Epoche nelle quali era difficile se non impossibile anche solo esporre il proprio pensiero differente da quello della gente in generale, o da quello dei potenti che governavano in quei tempi. 

Sappiamo bene quel che succedeva a chi per esempio osava andare contro le dottrine della chiesa o cercava di rendere disponibili copie della Bibbia alla gente meno istruita. Molti venivano messi al rogo e bruciati vivi tra indicibili sofferenze mentre gli altri guardavano come esempio ammonitore quelle persone che avevano avuto il coraggio di non fermarsi a quello che gli era stato detto, insegnato. 









Ma erano andati oltre, scoprendo spesso che alcune verità erano state volutamente nascoste, per favorire quei sistemi nei quali pochi devono avere potere su molti, e i sistemi religiosi per l'appunto ne sono un esempio.

Oggi, in un epoca dove spesso si urla alla libertà di espressione e di credo, alla libertà individuale e al diritto di vivere ed essere felici, si assiste ancora a roghi e torture oserei dire medievali, ma esercitate in modo molto diverso e quasi invisibile, dove chi subisce non si accorge nemmeno di bruciare nell'anima e morire dentro.

Vi sono religioni e sette religiose, che intorno ai loro adepti riescono a costruire sbarre e prigioni invisibili, silenziose, dove cercare di evadere significherebbe perdere tutto quello che è stata la propria vita fino a quel momento.
Basti pensare a regole che torcendo il significato di alcuni contesti biblici, impongono l'ostracismo a chi osa dissentire dal pensiero dei capi religiosi o commette quello che secondo loro possono essere "peccati gravi". 

Immagino una persona che ha cambiato totalmente stile di vita, per entrare in una di queste sette religiose, magari lasciando amici e familiari perché ritenuti un ostacolo al "progresso spirituale" dell'iniziato, e poi ritrovarsi ostracizzata da quella stessa comunità (che aveva promesso amore incondizionato, sincero, genuino) da un giorno all'altro. Quanto può essere devastata a livello psicologico e fisico quella persona!

Immagino un ragazzo che cresce in simili contesti, e poi inizia a non condividere più quello che gli è stato insegnato, che deve vedersi negare anche il saluto del proprio fratello, sorella, madre o padre. I normali ed importantissimi rapporti familiari che sono fondamentali per il benessere e l'equilibrio psico-fisico del ragazzo vengono a mancare, e quali pensate che saranno le conseguenze? Pensate a quale sarà poi la vita di quel ragazzo che perderà ovviamente anche il saluto e la presenza di tutti gli amici che aveva nella comunità religiosa, quindi niente più svago con loro, tutti i suoi parenti che lo eviteranno e quindi ancora più isolato e solo, a combattere contro sentimenti di indegnità inculcati dalla dottrina che per anni ha osservato e in cui ha creduto.

Ecco, queste persone si ritrovano ad affrontare roghi silenziosi che li bruciano da dentro e tutt'intorno, roghi fatti di indifferenza, silenzi, sguardi di disapprovazione, sensi di colpa e paura del giudizio divino.
Quanto male l'essere umano riesce a fare ai propri simili e quanto ancora si deve aspettare per porre fine a simili aberrazioni? Mi chiedo, quale amore e misericordia possa esserci in simili condanne, perché di quello si tratta, e dove possa essere l'esempio del Cristo, a cui tanto dicono di ispirarsi queste religioni?


Ci vuole davvero così tanto a capire che del Gesù di cui questi leader religiosi si fanno vanto come loro capo, è rimasto ben poco in queste comunità e viene usato invece per favorire solo la crescita materiale delle organizzazioni associate a queste religioni? Tenere dentro le persone sotto la minaccia dell'ostracismo non fa altro che favorire un clima fatto di ipocrisia, doppia vita, e abitudini, dove non si VIVE quello che si fa ma invece atrofizza i pensieri e le aspirazioni, i sogni, le passioni stesse, e rende incapaci di agire senza "l'ordine" o il "comando" dei leader religiosi.

Su questo mi sovvengono le parole stesse che spesso usava Gesù, quando non imponeva di seguirlo, ma semplicemente diceva: "chi vuol venire dietro a me, prenda la sua croce e mi segua di continuo..." Ma chi non voleva era lasciato libero di non farlo. In un modo o nell'altro purtroppo, per esercitare il potere si deve fare vivere le persone nella paura, per alcuni dell'inferno, per altri di perdere la famiglia o gli amici ed il favore divino e quindi la distruzione eterna. Tutto questo non è altro che un' oppressione psicologica che il culto abusante fa in maniera graduale in chi ripone fede in esso e mette la propria vita nelle mani di altri esseri umani, che sono incapaci di gestire perfino le loro medesime vite. 

Per cui si deve fare informazione. Bisogna continuate a dire, a scrivere, a smascherare la malvagità di queste pratiche e dottrine religiose che non hanno nulla di amorevole. I governi devono prenderne atto e stabilire per la tutela delle persone e dei minori, che tutte queste sette possano cambiare il loro modus operandi per sostituirlo con un modo di fare che possa promuovere la crescita emotiva e morale dell'individuo rendendolo libero anche di decidere l'uscita dalla medesima setta senza subire per questo ripercussioni di nessun tipo.

La libertà individuale, è un bene inalienabile e un diritto per ogni essere umano che si voglia definire tale e che nel nostro tempo non può essere assoggettato al volere o ad interpretazioni errate di uomini fallaci e limitati.

Giuseppe - (Ex Fineas)




* * * * *




Stai leggendo questa pagina da un cellulare?


indirizzo email dell'amministratore del blog:

136 commenti:

  1. Grazie Giuseppe per le tue interessanti riflessioni !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. John,
      Grazie a te per il lavoro che fai con questo blog!
      👍😀

      Elimina
    2. SCUSATE MA IL CULTO IN GENERALE, A QUALSIASI LATITUDINE, E LA CRESCITA DELL'INDIVIDUO, SONO UN OSSIMORO :)
      Nel momento che l'individuo si affranca ad un culto, ha già buttato la spugna, e si appoggia ad un padre putativo x essere guidato. Mi sa tanto di immaturo, come di un bimbo che deve essere sempre rassicurato e guidato dal padre, a cui chiedere consiglio, perchè non si sa nemmeno mettere un piede davanti all'altro, senza paura di sbagliare.

      Elimina
  2. Perfettamente d'accordo....il problema secondo me è che viviamo in un periodo storico di "troppa" libertà, ossia non si può censurare la libertà di pensiero...in Italia è stato abolito il reato di plagio...purtroppo però la debolezza umana e le difficoltà della vita portano le persone ad "ascoltare e a prestare fiducia a certe persone. Ci cono però numerosi libri che indagano sui culti abusivi e sulle tecniche di condizionamento delle sette, che siano religiose, politiche o psicosette. Credo sia giunto il momento, oltre che di portare a conoscenza dei drammi che le persone vivono all'interno delle sette, anche di informare e esercitare uan certa pressione nell'opinione publbica affinchè questo tipo di reato possa essere riconosciuto e condannato. CB73

    RispondiElimina
  3. Maremmana Libera18 luglio 2017 10:58

    Ti ringrazio Giuseppe per le tue incoraggianti è molto interessanti parole .. sono d'accordo su tutti i fronti posso dire che leggere la tua riflessione oltre a me da forza e coraggio grazie ancora ..!!

    RispondiElimina
  4. Bruciare dentro


    Belle parole ma nelle quali sento tanto ma tanto odore di massoneria.
    fermo restando che si applicano benissimo ai TdG e alcune altre sette non vedo come si possano applicare alle principali denominazioni cristiane visto che i loro membri sono liberi di frequentarle oppure no senza conseguenze.

    Ma dove volete arrivare ad una religione unica dove tutti son felici possono peccare quanto gli pare tanto l'inferno non c'è essere di questo o quel gruppo è indifferente perchè alla fine andremo tutti in paradiso quindi vivete come cavolo vi pare e siate liberi da ogni condizionamento.
    Insomma nasci,lavora,consuma e crepa senza farti tante domande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Josis, non si vuole arrivare da nessuna parte se non far notare quanta ipocrisia ed incongruenza ci sia tra l'amore e la libertà che paventano certe religioni ed il loro reale approccio verso i propri adepti.

      Il mio personale pensiero invece è quello di farsi tante domande cercando risposte a 360 gradi, lavorare per il bene comune senza necessariamente appartenere a questa o a quella religione.
      La libertà di vivere tenendo conto anche della libertà degli altri, ecco, a questo più che altro utopisticamente contemplo.
      La libertà di scegliere, senza il condizionamento di inferno e paradiso, perché fino a quando si sceglierà di fare il bene per non andare all'inferno credo che saremo molto lontani da uno scopo nobile di vita, perché non dev'essere la minaccia di una condanna o di una ricompensa che deve spingere ad amare o a trattate bene il prossimo, ma valori concreti e disinteressati che se messi in atto potrebbero davvero giovare alle comunità.

      L'unica legge a sovrastare tutte le altre, quella dell'amore, vero, incondizionato, disinteressato e genuino, questo, molto in breve quel che desidererei...

      Elimina
    2. Josis, la figura di Gesù è stata quasi sempre travisata.

      E comunque, se studi la storia, nel suo nome sono stati giustificati più massacri che opere di bene.

      Questo non dipende da ciò che è stato scritto di lui, ma da ciò che è stato interpretato e manipolato.

      Rispetto alla storia, è davvero poco tempo che un cattolico o un protestante hanno libertà di parola.
      Un tempo, chi esprimeva opinioni personali riguardo a Dio e alla sua chiesa di appartenenza, veniva torturato o bruciato vivo nel nome di Dio dai capi religiosi.

      Elimina
    3. Principali denominazioni che forse ORA sono "libere", ma all'inizio della loro storia si comportavamo come se non peggio delle sette moderne.
      Fantastico sentir parlare di "farsi domande" ad uno che ancora crede a giudizi universali, paradiso, inferno di fuoco, peccatori e via discorrendo...

      Elimina
    4. Anziano inattivo18 luglio 2017 15:41

      intanto Josis i Testimoni di Geova sono tra le sette più inquisitorie che si trovano su quest pianeta. Il Corpo Direttivo e parte predominante dell'Uomo dell'illegalità.

      Elimina
    5. Anziano inattivo18 luglio 2017 15:41

      Per l'amor di Dio io sono Cattolico.

      Elimina
    6. Correggo "da uno", invece che "ad uno"

      Elimina
    7. infatti la mentalità e le regole dei TDG sono un miscuglio tra l AT e il NT , con le teste ( WT )che si ritrovano ancora nel 2017 .. se fossero nati nel medioevo forse l umanità non sarebbe arrivata fino ad oggi, avrebbero fatto molto peggio del l inquisizione e armaghedon lo avrebbero portato loro.

      Elimina
  5. caro, o cara Josis,
    avevo scrtto un bel commento di quelli che a volte mi vengono...per dirti come la penso su chi parla senza sapere.
    Poi ho pensato, che non voglio scendere a un livello così infimo, e ti auguro solo una buona giornata, non credo valga la pena di dirti altro.

    RispondiElimina
  6. "L'unica legge a sovrastare tutte le altre, quella dell'amore, vero, incondizionato, disinteressato e genuino, questo, molto in breve quel che desidererei..."

    E dove lo trovi questo Amore?

    L'Amore che cerchi deve avere un passato un presente e un futuro .

    RispondiElimina
  7. Le barriere e le palizzate, le divisioni e le lotte, vengono fomentate dalle religioni molto spesso, caro Josis.
    La religione cattolica ad esempio ha fondato il suo impero sul sangue delle crociate, e di tutte quelle persone di altri paesi convertiti a forza nelle varie epoche in cui agiva la chiesa cattolica romana.A questo deve la sua estensione, non certo ad opere caritatevoli o di pietà.
    Fare mea culpa non basta, perché in ogni preghiera e cantico sacro che ascolterai, si sentirà sempre l'odore ancora vivo e pulsante del sangue di tutti i martiri e tutte le persone ammazzate che non volevo assoggettarsi al credo cattolico. Per cui, non mi venire a parlare di amore nelle religioni organizzate, per favore.
    Se fosse possibile userebbero gli stessi metodi anche oggi per espandersi ed ingrandire la loro sfera di influenza.
    Ma non possono, perché oggi devono salvaguardare la facciata imbiancata ma dentro putrida e corrotta della loro reputazione di "religiosi".
    Devono sembrare santi ed immacolati ma non si rendono conto di quanto siano ridicoli.
    Dimentichi forse quanto era semplice secoli fa "comprarsi il paradiso" con ingenti somme di danaro date al vescovo o al prete di turno, nel periodo fiorente della chiesa cattolica nel quale sull'ignoranza della povera gente si è arricchita associandosi spesso a re e potenti del momento per espandersi e prosperare.

    L'amore non ha passato, presente e futuro, perché È.
    Si mostra incondizionatamente il vero amore, la vera pietà, al prossimo, chiunque esso sia.
    Gesù stesso l'ha insegnato e dimostrato, cosa che i capi religiosi sono ben lungi a fare.
    Il bisogno di credere dell'essere umano è stato subdolamente usato per il beneplacito di gruppi di potere che non hanno altro scopo che quello di arricchirsi e mantenere tutta quella ricchezza nelle mani di pochi.
    E la religione è un ottimo strumento per tenere buone le persone distraendole e tenendole occupate.
    Continuare a tenere gli occhi ostinatamente chiusi non fa altro che agevolare queste confessioni pseudo-religiose che di Cristiano forse hanno solo il nome...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Giuseppe@18 luglio 2017 16:18

      Con te vedo che la propaganda giudaico massonica ha avuto successo.

      Ti faccio notare che sono stati i musulmani ad aggredire i cristiani dell'epoca occupando tutto il medio oriente e il nord Africa distruggendo ogni forma di cristianesimo in quanto loro scopo dichiarato era ed è distruggere i cristiani(come i giudei i massoni e i protestanti TdG inclusi che sognano la fine della nostra chiesa).

      Quindi difendersi da questi attacchi e aver cercato di riprendersi almeno le terre più sacre non significa aggredire.

      Per quanto riguarda le sanguinose guerre di religione protestanti sono sempre stati i luterani ad aggredire per primi e i cattolici reagirono per difendersi quando vedevano le loro chiese profanate con distruzione di immagini sacre (come piacerebbe tanto ai fanatici TdG se potessero e altre sette).

      In duemila anni di storia è vero che ci sono stati degli abusi in particolare contro gli Ortodossi e la chiesa fu ed è governata da uomini corrotti ma ciò che conta è la conservazione della dottrina e della fede che gli Apostoli ci hanno dato e questo la Chiesa Cattolica lo ha fatto.

      Quando il massone Napoleone portò prigioniero il Papa e tutta la Curia a Parigi un ufficiale esclamò"Finalmente siamo riusciti a distruggere la Chiesa Cattolica ora rimarranno solo rovine"e all'udire quelle parole un vecchio Cardinale rispose"Davvero Napoleone vuole distruggere la Chiesa?Noi.indicando gli altri Cardinali,sono 1700 anni che cerchiamo di farlo ma non ci siamo mai riusciti".

      Elimina
    2. Josis... anche l'inquisizione è un falso storico? Suvvia, parte di ciò che affermi è vero (parte) ma sembra che tu prendi la storia a senso unico.
      Ingigantisci ciò che è stato fatto contro i cattolici e neghi o minimizzi ciò che ha fatto la chiesa cattolica.

      Agisci esattamente come un TdG di fronte alle critiche del corpo direttivo !

      Elimina
    3. Vero, ed infatti posso capire quanto sia difficile per Josis riuscire a vedere in maniera obiettiva ed imparziale la situazione.
      Per quanto riguarda la propaganda massonica a cui ti riferisci, prova un po' a guardare tutti i simboli e le immagini, che la tua dottrina usa, e fa una ricerca sul loro reale significato.
      I veri massoni a mio modesto parere, si nascondono dietro tutte le grandi religioni e dietro coloro che muovono i fili della politica mondiale, ma questa forse per te sarà un'altra favola..

      Per facilitarti il compito, pensa alla figura del Cristo e a tutto quello che Lui ha fatto.
      Quanto di Gesù ci vedi oggi nelle religioni che professano di servirlo?
      Posso guardare con favore alle opere di carità che vengono fatte per i poveri da alcune confessioni, ma sono ben poca cosa rispetto al reale messaggio di Gesù.
      Oggi, per come la vedo io tutto ruota intorno al profitto ed al potere, e non me ne volere, ma nessuna religione ne è esente.
      Ripeto una cosa che dico spesso, e cioè che Gesù non ha mai fondato chiese, mai edificato né fatto edificare edifici imponenti e lussuosi, non ha mai usato simboli o immagini ma esortava ad adorare il Padre in Spirito e Verità.
      Non condannava il popolo ma coloro che avevano l'onere di insegnare alle genti, come i farisei, che gravavano sulle spalle dei fedeli con innumerevoli leggi e comandi, proprio uguale a tutti i moderni farisei, che siano cattolici, tdg, evangelici, ortodossi, musulmani, ecc. ecc.
      Ci vedi Gesù seduto sopra una sedia papale, vestito con abiti lussuosi , indossando anelli e croci d'oro massiccio? Io no, non ce lo vedo.
      Forse perché me lo immagino seduto sotto a un fico, in mezzo alle persone, mentre tenendo un bimbo in braccio insegna miraboli parabole sull' umiltà, l'accoglienza, la misericordia ecc.
      Hanno sfruttato la figura di questo profeta, uomo, Santo, figlio di Dio, chiamalo come vuoi, ma lo hanno sfruttato per proprio tornaconto personale, ed hanno le mani macchiate di sangue, e lo sarebbero state anche se avessero fatto una sola vittima in nome della religione, ma invece sappiamo che il sacrificio per l'avanzata della chiesa è stato tanto, tanto sangue.
      La benedizione di qualsivoglia Dio di amore, non potrà mai essere su nessuna religione che si sia macchiata di tale colpa di sangue, no, su nessuna di esse..

      Elimina
    4. @Giuseppe@18 luglio 2017 18:25

      Quanto di Gesù ci vedi oggi nelle religioni che professano di servirlo?


      La Chiesa Cattolica ha conservato per quasi 2000 anni gli insegnamenti di Cristo tramandandoli da vescovo a vescovo e con tanto sangue si quello dei suoi martiri per permettere alle generazioni seguenti di conoscere la buona notizia.

      Se tu conosci qualcosa di Cristo è perchè la CC lo ha conservato nei secoli.

      Ti sei mai chiesto perchè la CC è il bersaglio di tutti Giudei,Massoni,sette,Islam e chi più ne ha più ne metta?

      Perchè sanno che una volta eliminata la CC il cristianesimo scompare gli insegnamenti di Cristo verranno annacquati e tutto muore.Sarà il trionfo di Satana.

      Piano che fallirà "Le porte degli Inferi non prevarranno sulla mia chiesa" Lo ha detto Cristo non lo dico io.

      Ora siamo molto avanti in questa battaglia le forze massoniche sono già penetrate nel trono di Pietro e stanno cercando di cambiare il magistero della CC fino a che punto Cristo permetterà di farlo lo si vedrà ma non prevarranno.

      Non ho tanta voglia di scrivere perchè voi ex TG mi sembrate dei naufraghi.Avete capito che la vostra piccola isola TdG è falsa e allora vi siete avventurati da soli, su una zattera, sul mare, alla ricerca di qualcosa che neanche voi capite cosa sia,ma dove volete andare?

      La vita prima o poi finirà e che ne sarà di voi?Che senso avrà avuto la vostra vita?

      Ognuno di voi avrà dei nonni o genitori morti forse anche fratelli,sorelle e purtroppo anche figli quante volte avete pregato per loro? MAI.

      Non preoccupatevi perchè nei conventi ormai sguarniti nelle chiese svuotate o qualche vecchietta in qualche angolo sperduto della terra pregano per loro e suppliscono alle vostre mancanze.

      Pregherò per voi che Cristo vi porti nel suo porto sicuro.

      Elimina
    5. Josis sull'inquisizione non hai nulla da dire? Ma non ti accorgi di essere solamente un'invasato che spara proclami nel nome di Dio? Sei come un Imam o un qualunque TdG allineato !!

      Elimina
    6. Josis...è la solita tarantella , dalle TW a famiglia cristiana.

      Elimina
    7. Certo, josis infatti Gesù ha insegnato che si deve pregare per le anime dei morti vero? Ha detto che il Padre che è amore tortura i peccatori per l'eternità in un inferno di fuoco per i peccati commessi in 70 o 80 anni di vita vero? Ha insegnato che ci deve essere uno che dirige la chiesa o forse disse che i discepoli erano tutti uguali? Hanno costruito vere e proprie falsità sulle parabole di Gesù, le sue illustrazioni.
      I discepoli stessi sapevano che "senza illustrazioni non parlava loro";
      Io rammenterò sempre con rispetto tutti coloro che per difendere un nobile ideale sono morti da martiri, ma molti di loro sono stati uccisi dalla stessa chiesa che avrebbe dovuto difenderli. Non costringermi ora a fare il tdg che smaschera dottrine che per millenni hanno tenuto schiavi gli uomini, perché non mi appartiene più il mondo tdg.
      Ci sono una miriade di cose di cui si potrebbe parlare che sono vere e proprie manipolazioni delle scritture per ingannare le persone, ma questo non è il posto adatto e sinceramente nemmeno ho voglia di farlo.
      Massimo rispetto per quello che pensi ma non tentare di venderci il tuo paradiso perché non compro articoli finti.
      Ricorda che in base ai vangeli, la salvezza Gesù la promise ad un peccatore che era di fianco a lui e che riconobbe le sue colpe, ma non la promise a coloro che erano convinti di essere nel giusto, ma anzi, disse: "molti mi diranno in quel giorno 'in nome tuo abbiamo profetizzato, compiuto opere potenti, espulso demoni..' e allora io dirò loro 'andatevene via da me operatori di illegalità!'-

      Vedi da te stesso che il Gesù che credi di adorare ha un modo molto diverso di intendere le cose..
      Disse : "felici quelli che si rendono conto del loro bisogno spirituale" e tu invece mi sembri così fiero e sicuro della tua, di spiritualità.
      Se venisse distrutta la chiesa sarebbe la fine del cristianesimo dici? Ma perché dove lo vedi il VERO cristianesimo oggi? Non esiste, è solo un illusione dei fedeli, ingannati e spennati a dovere dai loro leader religiosi e da chi ci guadagna dalle religioni.
      Ma ti rendi conto delle proprietà che ha il vaticano? Perché non vendono anch'essi tutte le proprietà per aiutare i poveri come facevano i primi cristiani? Ma leggi solo i vangeli o anche altri libri riguardanti la primitiva congregazione cristiana?
      Prova a leggere senza schemi preconfezionati le scritture, e sono sicuro, ti si aprirà un mondo!
      E ora davvero basta contendere sul nulla, non voglio rubare tempo che si potrebbe dedicare ad argomenti più validi e importanti.
      Forse quello di cui posso essere "grato" di essere stato tdg all'inizio, è stato il fatto di capire che molte cose nella religione nella quale ero cresciuto (cattolica) non erano vere ed erano solo tradizioni basate su insegnamenti di uomini.
      Poi ho capito che anche i tdg hanno a modo loro fatto lo stesso, e ora nonostante sia su quella barca come l'hai definita tu, nelle incertezze sto aquistando molta più forza e consapevolezza di quanta ne avessi prima...

      Elimina
    8. Josis ti chiedo una cortesia....per me non pregare. Se il prezzo per sopravvivere a quello che dici tu é avere a che fare con persone che vedono solo il loro punto di vista e sputano condanne su altri, senza per altro conoscere molto bene ciò di cui si parla, non mi interessa. Quindi per carità, lasciami fuori dalle tue preghiere, grazie

      Elimina
    9. Le religioni sono tutte menzognere ..si sceglie solo quella che ci sembra migliore.

      Elimina
    10. Josis non mi pare che frate Savonarola fu ucciso da persone che professavano un altro credo.

      Elimina
    11. ho detto di recente ad un tg, e lo dico anche a te, che se devo vivere per sempre in un mondo popolato da gente come loro, e come te Josis, lasciatemi pure qui, grazie...

      Elimina
  8. Mi frullava un pensiero in mente,
    anche se scrivo qui, non è inerente a questa conversazione.

    Dio di Amore punisce con la morte l'umanità ribelle.
    Per salvarla non gli resta che far morire un suo figlio spirituale incarnato.
    Questo gesto gli da anche la motivazione ad uccidere quell'altro suo figlio spirituale che si era ribellato prima.
    Nel frattempo muoiono tutti gli altri figli seppur devoti ma fatti di carne.

    Così, tanto per ricordare com'è spiegata la vicenda.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il vero sacrificio di Gesù è scritto in Giovanni cap 18 v 37 ...lasciate perdere tutte le altre stupidaggini...peccato adamico , riscatto ..anima per anima ecc..

      Elimina
  9. mah...le religioni sono veramente dei recinti mentali, tutte quante...ogni indottrinato non vede altro che quel che vuol vedere...

    RispondiElimina
  10. (Scricciolo) Se non ascoltiamo nessun insegnamento come possiamo comprendere se alcune cose in cui crediamo sono (il più possibile) corrette? L'uso di immagini, la condizione di chi è deceduto, le preghiere ai santi...non avrei conosciuto ciò che dice la Scrittura se non avessi iniziato uno studio. Perché il nostro bisogno di spiritualità, se poi finiamo prigionieri o peggio nei vari recinti mentali di religioni ? Non dovrei impegnarmi a conoscere ciò che il Padre e Gesù ci hanno comunicato tramite la Parola? Sicuramente tanti di voi hanno già queste conoscenze ma io come posso apprenderle se non ascolto nessuno? Grazie a tutti, alcuni vostri commenti sono splendidi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scricciolo tu hai il diritto di ascoltare chi vuoi, e di credere a tutto ciò che vuoi.
      Anche io, a 20 anni, mi avvalsi di questa opportunità. Ero convinto di poter capire tante cose e di poter conoscere finalmente "la verità".

      Solo una lunga esperienza di vita, alla fine, potrà (forse) darti qualche risposta.

      Al momento, io personalmente, ho solo capito che non ho fatto altro che credere a ciò in cui VOLEVO credere.

      Ma credere una cosa non la rende automaticamente vera... se poi ti accontenti di credere a qualunque cosa, anche non vera... allora vuol dire che andrà bene così, nel tuo caso.

      Elimina
    2. Gioventù Bruciata19 luglio 2017 00:17

      @ Scricciolo...hai mai pensato di studiare il nuovo testamento SOLO dal punto di vista storico e non con le farciture della Teologia che i vari credi ci aggiungono sopra?

      Elimina
    3. Jonny

      E cmq @scricciolo cos e' per te la spiritualità o il bisogno spirituale?
      Siamo stati abituati a pensare a questo dall organizzazione come allo studiare la bibbia la preghiera le adunanze il servizio e la condotta che ti identifica come "persona spirituale".
      Oppure che la spiritualità sia legata cmq per forza a Dio o ad una religione.
      Ma come il bisogno del fisico e' il cibo materiale, cosi il bisogno spirituale e' il bisogno della nostra anima di noi stessi. E' ciò di cui la nostra mente ha bisogno.
      La persona spirituale si pone domande,vuole sapere e conoscere e non trova mai la verità ma continua a cercarla.
      Quindi amplia il tuo concetto di bisogno spirituale, che non è per forza bisogno di Dio.

      Elimina
  11. Se Gesù ha dato un insegnamento circa la predicazione, in effetti i testimoni di Geova predicano...
    Peccato che debbano attenersi scrupolosamente a ciò che lo schiavo indica loro,altrimenti come minimo vengono emarginati.
    Se veramente l'"organizzazione " si limitasse ad un'auto organizzativo per far ciò sarebbe positivo,peccato che c'è la pessima abitudine di andare "oltre ciò che è scritto".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spiegaglielo tu che si sono inventati tutto e che sono andati moooolto oltre ciò che è scritto.
      Tant'è che per digerire tutte le loro dottrine ci siamo sorbiti anni e anni di studio e di adunanze.
      Se certi insegnamenti fossero limpidi e chiari non servirebbe poi troppo tempo.

      Bontà, benignità, altruismo ed amore insieme alla capacità di perdonare sono insegnati dalla maggior parte delle religioni

      Per chi viene dal cattolicesimo, l'insegnamento che fà più "presa" è il "nome di Dio" unito alla vanità degli idoli... (quest'ultimo è insegnato dalla chiesa protestante da centinaia di anni insieme alla NON sempreverginità di Maria ma i TdG si vantano come se fossero stati i primi a scoprirlo..)

      Insomma basterebbe fare ricerche prima di battezzarsi, ma quando si arriva a quel punto il cervello nostro è già stato cucinato a puntino...

      Elimina
  12. (Scricciolo) Studiare SOLO da un punto di vista storico...cioè leggere personalmente le Scritture senza appoggiarsi ad alcuno? Per ora vorrei infatti avere la conoscenza ed il conforto di Dio e trattenere il buono che imparo dall'insegnamento di Gesù. Tutto l'altro,che secondo me è solo interpretazione umana, non riesco a "farlo mio", ed ancor più dopo aver conosciuto il blog che denuncia i tanti aspetti negativi che già "sentivo". Vi ringrazio di nuovo, le vostre risposte mi incoraggiano ad esprimere ciò che provo e a valutare meglio la situazione. Buona giornata a ciascuno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Scricciolo,
      stai cercando la verità unicamente in ambito cristiano? O le tue ricerche del divino si espandono anche in altri confini?

      c'e un proverbio o un detto, non lo ricordo bene....:
      se cerchi ciò che hai perso unicamente sotto la luce del lampione, non è detto che lo troverai.
      Ti invito a non escludere niente, anima in viaggio <3

      Elimina
    2. Gioventù Bruciata19 luglio 2017 12:20

      @ Scricciolo...se cerchi il conforto di Dio non ti posso aiutare. Personalmente da quando la considero SOLO dal punto di vista storico non mi preoccupò più di esaminare le dottrine perchè cadono da sole. Ti faccio un piccolo esempio di una dottrina fondamentale dei TDg, il 1914. Questa data viene ricavata dai sette tempi del libro di Daniele che i 7 Santoni americani grazie ad una "masturbazione spirituale" sostengono fermamente. Molte spiegazioni e fiumi di dibattiti sono state fatte per smentire questa dottrina. Io invece l'affronto dal SOLO lato storico e cioè che da oltre un secolo gli studiosi hanno scoperto che il libro di Daniele è UN FALSO ( neanche un apocrifo)!! A cosa mi serve a questo punto perdere tempo sulla generazione del 1914 e della sua relativa fine del mondo?? Cosa grave è che lo stesso Gesù cita tale profezia come quella del diluvio....2 domande nascono spontanee anche su Gesù.

      Elimina
    3. Ma guarda, Gioventù bruciata, che se studi il nuovo testamento, senza alcun condizionamento religioso, e approfondendo il pensiero di studiosi del testo biblico, comunque non puoi esimerti dall'avvicinarti in qualche modo a Dio e comprenderne i suoi più nobili insegnamenti. E' nel DNA stesso del testo biblico. Non ha invece molto senso leggere il nuovo testamento dal solo punto di vista storico. I libri di storia ce li abbiamo, e sono molto più circostanziati del nuovo testamento dal punto di vista cronologico, essendo ovviamente scritti per la precisa motivazione di descrivere le epoche vissute dall'essere umano e datarne gli avvenimenti. Ciò che deturpa la purezza di questi scritti "sacri" è l'interpretazione di chi, con sforzo teologico, torce insegnamenti e profezie per condurre il lettore sprovveduto a determinate conclusioni che lo arginano in confini ben delimitati chiamati religioni. Quindi, Scricciolo, leggi pure il nuovo testamento senza condizionamenti, fa uso della tanta conoscenza ormai fortunatamente a nostra disposizione grazie ad Internet, e trova il tuo appagamento dell'anima. E diffida di coloro che vogliono comunque trovare una spiegazione ad ogni versetto biblico, che poi puntualmente sono costretti a sconfessare e rivedere perchè semplicemente una risposta non c'è, data la nostra natura imperfetta incapace di scrutare i pensieri di Dio che sono più "alti dei nostri"...

      Elimina
    4. Perdonami Beta...
      vorrei dirti come la penso perché sei equilibrato e te lo meriti.

      "Se leggi il nuovo testamento senza alcun condizionamento religioso" ....
      ...ti accorgi che sono solo ed unicamente parole di uomini, uomini anche piuttosto mediocri misurandoli al livello di amore che predicava Gesù.

      Non c'è nulla di elevato, spirituale o divino nei loro testi/argomenti/comandi.
      Solo alcuni insegnamenti del Cristo rimangono universali (quando non palesemente brodati dai narratori), in questo quindi si può ritenere Gesù una grande guida, al pari, e sottolineo al pari e non al di sopra di altre figure Elevate.
      Siddarta, per citarne uno.

      Gandhi per avvicinarci a noi.

      Oggi abbiamo i vari Osho o Krishnamurti che sono assolutamente allo stesso livello.

      Chi vuole sondare l'Amore può avvicinarsi a chiunque di queste figure.
      Brava l'Elvira che, (sempre parere mio) è vicina a comprendere qualcosa di grande.

      Amichevole saluto a te.

      Elimina
    5. Gioventù Bruciata19 luglio 2017 19:05

      @ Beta ho studiato tanti libri di Accreditati studiosi e non mi hanno avvicinato a nessun dio. Probabilmente non leggiamo gli stessi testi.

      Elimina
    6. Ciao Rugiada.
      Grazie per la tua puntuale risposta, che non si fa mai attendere quando io apro bocca ;-)...
      detto ciò, a me piacciono molto alcune citazioni degli uomini da te evocati, rivelano per me grande profondità d'animo e spiccata intelligenza. Ma, permettimi, non trovo niente di più, scusami, in paragone alla figura e agli enunciati di Gesù. Stiamo un metro sopra la testa di tutti i più saggi uomini che mi puoi citare, senza voler offendere nessuno, eh. Ora sto parlando da estimatore di Gesù, non da testimone di Geova. Come tu hai espresso il tuo parere, io esprimo il mio. Non ci trovo niente di mediocre nelle espressioni sul Logos, per esempio, dell'apostolo Giovanni, o nella descrizione di che cos'è l'amore fatta dall' apostolo Paolo, o nella disamina della natura umana fatta dallo scrittore Giacomo. Giusto per citare qualche esempio a volo.
      C'è chi parla di rispetto per il prossimo, in modi a volte ampollosi e nebulosi, in termini del tutto filosofici, da cui onestamente sono rapito anche io, e c'è invece chi parla di amore per il prossimo e lo fa direttamente al cuore. A me piace la seconda proposta, anche se, come tutti sappiamo, è la via più difficile da percorrere perchè fatta spesso di delusioni e sofferenze. Ma poco importa a chi crede nelle relazioni umane più vere ed appaganti.

      Elimina
    7. X beta, e quali sarebbero gli insegnamenti di Gesu superiori ad altri saggi che non siano stati gia enunciati prima di lui?

      "Non fare al tuo vicino quello che ti offenderebbe se fatto da lui" (Pittaco)
      "Evita di fare quello che rimprovereresti agli altri di fare" (Talete)
      "Non fare agli altri ciò che ti riempirebbe di ira se fatto a te dagli altri" (Isocrate)
      "Ciò che tu eviteresti di sopportare per te, cerca di non imporlo agli altri" (Epitteto)

      Diciamo che se Gesu' e' esistito o ha copiato, o al massimo non ha detto qualcosa di nuovo...

      E guarda che potrei farlo su tanti altri punti che tu giudichi unici di Gesu'!!! Basta che tu mi dici quali sarebbero questi insegnamenti superiori... vedrai come si smonta il giocatolo!

      Elimina
    8. @Beta

      Non ti sto inseguendo.
      ;) È perché ad alcuni voglio più bene.

      Non giudico mai il parere altrui e tu fai bene ad esprimerti, ci mancherebbe.

      C'è chi parla di amore. E c'è chi vive nell'Amore.
      Tutto qua.

      Elimina
    9. Caro Fabry P, Le frasi da te citate hanno il denominatore comune di essere appunto la sintesi del rispetto per il prossimo. Non vedo alcuna espressione di amore proattivo. Leggi meglio Gesù e capirai.
      Cara Rugiada, spero non ti stia riferendo a Gesù mentre dici che c'è chi solo parla di amore, non ti conosco e non ti immagino "blasfema". Ciao cara ;-), ti voglio bene perchè anche io mi sforzo di vivere nell'amore.

      Elimina
    10. Quello che riesco a percepire, al di là del credo o dell'orientamento religioso dei singoli commentatori, è la bellezza della condivisione.
      E questo credo sia un risultato molto importante.
      Ognuno espone il suo punto di vista, più o meno condivisibile dalla maggioranza, ma comunque, pur sempre un'altra prospettiva da cui dare un occhiata a questo universo sconfinato, nel quale nonostante apparenti divisioni, dovute a retaggio culturale, ambiente in cui si è cresciuti ecc. Ci si ritrova uniti, con l'intento di capire, spiegarsi, informare, e si, forse anche rafforzare le proprie "certezze" cercando di trovare consensi negli altri.

      Oggi abbiamo questa possibilità, grande, di poter liberamente "mischiare" mondi apparentemente lontani anni luce.
      Mondi che comunque sono tutti parte del medesimo universo, non dimentichiamolo cari amici e amiche. Non ci sono barriere se non nella nostra mente, ma abbiamo tutti la possibilità di toglierle se solo cerchiamo di ascoltarci un po' di più.
      E, questo mischiarsi di "mondi", cioè pensieri, ragionamenti, sentimenti, credenze o conferme scentifiche, può solo fare bene a chi ha l'onestà intellettuale per ammettere le limitazioni del suo di mondo, qualunque esso sia, poiché l'essere sicuri di aver compreso tutto è secondo me quello che sotterra la capacità di pensare e la curiosità di sapere.
      Ben vengano invece, i dubbi, le domande, ed anche l'incertezza, perché sono il motore che spinge a continuare a scavare, a chiedere, a bussare e cercare;
      È davvero stimolante per me poter soppesare e valutare ogni vostro intervento per cui grazie a tutti per quanto fate affinché i toni e i modi siano sempre quelli della civile convivenza e del rispetto reciproco..

      Elimina
    11. Davvero ottima riflessione. ..

      Elimina
    12. Belle le tue parole @Giuseppe.

      Sono stata troppo sintetica, oggi vorrei spiegarmi meglio.

      'C'è chi parla e non vive di amore" mi riferivo ai discepoli di Gesù, dal 1º sec ad oggi, di ogni denominazione religiosa.
      I TdG in particolare sono campioni nel parlare di belle parole, ma come abbiamo capito non sono le belle parole a fare belle persone.

      Gli scritti apostolici: si ci sono delle perle.
      Ma così come si trovano le perle si trovano anche pensieri bassi e spesso incomprensibili.
      Qualche esempio?
      1Gv rimane il mio libro preferito, suprema descrizione di come conoscere Dio.
      Peccato che 1Gv 2:15 ci riporta nella dimensione umana (non divina)
      "Non amate il....."
      1º errore: nessuna frase che inizi in questo modo vale la pena di essere letta.

      ..."i desideri della carne"?
      Perché di grazia? Che male vi è nei piaceri della carne? Non è un limite suo che si impone e vorrebbe imporre ad altri?

      Non mangiate con un tale uomo,
      Le donne stiano in silenzio
      Non sposatevi
      Sposate solo chi è eletto (è un giudizio)

      Immaginate queste parole in bocca a Gesù?

      I limiti sull abbigliamento, un idea così assurda che oggi i prelati in gonna fanno ridere e i TdG in giacca e cravatta non si possono vedere, vengono direttamente da Paolo, il quale ha pensato bene di non permettere a ciascuno di esprimersi anche attraverso il suo modo di vestire.

      Anche se il lato misogino di Paolo, viene riabilitato da qualche studioso rimane il fatto che era una persona giudicante prima della conversione e lo rimase dopo, solo condita con un po' di amore.
      Ma colui che giudica non vive nell' amore.

      "Vorrei che tutti fossero tali e quali a me."
      Anche no!! Esistono esempi migliori.

      Nessuno si offenda.

      Elimina
    13. Permettetemi anche di spiegarvi dove sono arrivata ad oggi, dopo essere uscita dai TdG.
      Come prima cosa, ho annullato il mio battesimo. Una preghiera lo convalidò, similmente un semplice pensiero mentale lo annulla,suppongo.
      Non desidero appartenere a nessuno ma specialmente non a Yahvé.
      Se sbaglio voglio poter sbagliare con la mia testa e non per avere seguito presunti comandamenti divini.

      Come si vive senza battesimo e senza Geova?
      Credevo in un cambiamento sulla terra, invece possiamo cambiare noi.
      Credevo di essere ascoltata e guidata, invece ho in me ogni risorsa.
      Credevo di essere esaudita, invece la mia mente crea ciò che desidero.
      Credevo di essere la goccia nell'oceano, invece sono l'oceano.
      Credevo in un Dio. Invece sono a contatto con Dio(?)...l'Universo, il Tutto,l'Amore...dategli il nome che volete.

      :) non mi sono fumata nulla.
      Vi espongo la mia nuova consapevolezza.
      Non tutti capiranno il concetto, per chi invece volesse curiosare in questa dimensione può scrivermi a questo indirizzo ferjenny72@gmail.com

      Solo per parlare/condividere.
      Ad oggi le mie certezze non sono più in vendita ;) e sopratutto non mi interessa convincere altri, la massima espressione di Libertà è lasciare che ognuno faccia il proprio percorso.

      Ringrazio tutti del blog per avermi aperto la mente così che ho potuto ricercare altro.

      Elimina
    14. Buongiorno, grazie Beta, e Rugiada.
      Grazie anche della sintesi che hai fatto su quello che ad oggi rappresenta in parte il tuo modo di "intendere la vita" cara Rugiada.
      Su molti punti da te elencati mi trovi d'accordo.
      È incredibile notare quanto per alcuni di noi, che ci siamo ritrovati a vivere nei tdg forse per anni, siano simili i percorsi che poi si fanno dopo esserne usciti fuori.
      Ed è anche vero quando dici che "non tutti capiranno il concetto", perché si devono provare certe cose, si devono vivere sulla propria pelle certe dinamiche interne all'organizzazione wts per poter poi comprendere a pieno cosa significhi uscirne fuori, sentirsi apparentemente senza più terreno sotto i piedi, le sicurezze di anni sgretolate e la paura del domani.
      Sentire di aver buttato via anni della propria vita.
      Poi si inizia a metabolizzare il tutto, spesso con fatica, dolore, e poi ci si immerge a 360 gradi nel mare a volte tempestoso della ricerca, del voler sapere, capire sempre di più, su tutto.
      Tempestoso perché non è facile scontrarsi con le onde delle cose che si apprendono, proprio perché ci si rende conto di aver accettato e creduto ciecamente senza accertarsi dovutamente a dottrine e comandi di semplici uomini, anch'essi fallaci e senza porti davvero sicuri a cui approdare.
      Ora siamo qui, alcuni, molti, non lo so, ma si è qui come abili naufraghi che stanno cercando la terra, un posto sicuro, in mezzo ad un mare di false sicurezze ed incertezze.
      Ed è proprio il nostro condividere che permette, almeno al sottoscritto, di continuare a trovare la forza di remare, per non affondare...

      Elimina
  13. Lelvira, le religioni sono delle risposte a degli interrrogativi dell'uomo...e sono degli atti di fede. Ma che cos'è un atto di fede? E' porre la fiducia in qualcuno: gli apostoli hanno posto la fiducia in Gesù, se hanno interpretato male gli insegnamenti non lo sappiamo. I primi cristiani hanno posto la fiducia negli apostoli, se gli apostoli hanno spiegato male o gli ascoltatori hanno interpretato male non lo sappiamo e così via...tuttavia la Bibbia all'inizio non c'era. I primi Cristiani non leggevano non conoscevano ad esempio il vangelo di Giovanni o l'Apocalisse (Rivelazione)....quindi chi mi dice che il Cristianesimo iniziale fosse come quello indicato nella Bibbia? Ognuno fa un proprio percorso di fede e pone fiducia in qualcuno, e a volte se quel qualcuno fa un errore si perde anche la fiducia e quindi la fede. Purtroppo però nessun uomo è perfetto e tutti, poco o tanto sbagliano, quindi in teoria nessuna organizzazione sarebbe degna di fiducia...ma se si avvalora tale ipotesi allora le parole di Gesù che disse (sarò con Voi fino alla fine del mondo, oppure manderò lo Spirito di Verità ecc. ecc.) non sarebbero valide, ma ci sono le prove storiche dell'esistenza di Gesù, oppure perde di validità la Bibbia....in poche parole ognuno fa un proprio percoso di fede e crede oppure no. L'importante è ascoltare la propria voce interiore....Personalmente a 18 anni ho indagato e sono dell'idea che se si vuole essere Cristiani (a livello di correttezza di insegnamento teologico) si deve ascoltare la chiesa Cattolica o Ortodossa, le uniche Chiese sempre esistite storicamente (anche se poi gli umani le hanno divise)perchè si presume che l'insegnamento di Gesù sia stato tramandato quando il nuovo Testamento non era ancora formato. Per me la sola Scrittura (ossia la Bibbia) perde di efficacia, e la dimostrazione sono le centinaia di religioni di ceppo protestante, tutte che si rifanno alla sola Bibbia e che hanno delle differenze a livello teologico e di interpretazione (qual è l'interpretazione esatta?) Mi fermo qua. Concludo con il dire che la religione deve dare pace, serenità e tranquillità interiori altrimenti meglio non credere. CB73

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono minimamente d'accordo con quello che dici, ma ti ringrazio...io credo che il cristianesimo non abbia alcuna superiorità su altre religioni precedenti o successive, e che possa avere valore solo come conferma di qualcosa, che già esisteva ed esiste anche altrove.
      Intendo, se Dio è amore, e già qui si apre una voragine, perché io credo che l'Amore sia Dio, e c'è una differenza abissale, comunque se tutto è governato dall'amore, non può esistere la superiorità di un modo di credere rispetto ad un altro o una rivelazione data ad un solo popolo.
      Per cui, la Bibbia ha valore, come qualsiasi altro cosiddetto libro sacro, solo nella misura in cui è in accordo con principi universali che sono sempre esistiti e sono a beneficio di ogni singola creatura vivente.
      Il resto è fuffa.
      Le chiese sono tutte uguali, recinti in cui l'uomo si auto-limita, e perciò stesso non può riflettere l'immagine di un Dio illimitato.
      Solo togliendo i limiti di può sperare di evolvere spiritualmente.
      Nauralmente questo è il mio pensiero, e vale per me.
      Rispetto chiunque, considerando che l'Amore presente nell'Universo non ha leggi contro se stesso, e alla fine ogni cosa sarà a beneficio di chi lavora in armonia con l'Universo, in qualunque livello di consapevolezza si trovi; se ha compreso la propria grandezza, o se ancora ha bisogno di una religione che lo guidi, a fare la differenza è l'Amore che lo guida.

      Elimina
    2. Chi dice che il Cristianesimo sia superiore? Se diamo per vero l'esistenza di Gesù (provato storicamente)e che Gesù sia veramente Figlio di Dio risorto (fede negli apostoli) la religione Cristiana è solo il mezzo con cui Dio ha manifestato la sua presenza. Ha detto Io esisto e io sono Amore, e tu lo sai perchè c'è scritto nella Bibbia, altrimenti non potresti saperlo.
      Inoltre tu citi i principi universali. Quali sono? Prova a vivere mentalemente nell'epoca Romana. Quali erano i principi universali? I principi universali, ossia libertà individuali libero arbitrio, amore, pace tra i popoli ecc. sono validi adesso perchè nell'ultimo periodo storico sono stati dichiarati in virtù di un lungo processo teologico che i credenti e non, hanno sviluppato. Il Cristiano oggi è colui che crede in Cristo. Cristo non ha detto che chi crede in lui è migliore o superiore, ha detto semplicemente che avrà la vita eterna. E ad esempio la teologia della chiesa Cattolica non dice che solo i cattolici saranno salvati:
      "— tutti gli uomini sono chiamati da Dio alla salvezza, cioè alla vita eterna con Lui (1 Tim 2,4): "Dio vuole che tutti gli uomini siano salvi e giungano alla conoscenza della verità" — non tutti sono chiamati alla fede esplicita in Gesù: — non lo sono coloro a cui il vangelo non è stato predicato;
      — non lo sono coloro a cui è stato predicato in modo incomprensibile o inaccettabile;
      — la salvezza effettiva dipende per tutti dalla buona fede (Rom 14), cioè dal comportamento coerente con la verità che ciascuno ha scoperto. D'altra parte non si può pretendere che una persona si comporti secondo una verità che non ha scoperto o che non ha riconosciuto come verità." (cit).
      Tommaso d'Aquino: "Credere in Cristo è cosa buona, ma è colpa morale credere in Cristo se la ragione ritiene che sia un atto cattivo" (Summa Theologica, Ia IIae q. 19, a. 5). CB73

      Elimina

    3. se tu stai bene in una religione, ti auguro buona vita. Io sto bene così.

      Elimina
    4. Ma poi alcuni passi dei vangeli mostrano una bipolarità nella personalità di Gesù, la seccatura del fico , i porci che volano nel burrone, il rovesciamento dei cambi moneta nel tempio , il trattamento poco rispettoso alla madre nelle nozze di canan per non parlare della trasformazione del acqua in vino , bel esempio per chi ha problemi con l alcol , e pensare che si ha il coraggio di condannare alcuni passi apocrifi dove descrivevano un Gesù aggressivo (-:
      ...Credo che alcune scritture siano state inserite nel tempo per portare avanti alcune tradizioni o miti , come la storiella ( mitologico e apocrifo allo stato puro ) contraddittoria degli astrologi ( con conseguenza strage dei bambini RIDICOLO SUPER RIDICOLO !! )..guarda caso Matteo è l unico vangelo che ne parla, e se poi lo confrontiamo poi con Luca sono 2 storie TOTALMENTE diverse....basta leggerli e vi rendete conto subito.

      Elimina
    5. CB73, condivido la tua conclusione dell'intervento delle 9:17:
      MEGLIO NON CREDERE!
      Molto meglio non credere, che illudersi che questo sia meglio di quello, opposto a quello di sopra che è meglio quello di sotto ... A CHIACCHIERARE SI E' TUTTI BRAVI, MA A FATTI STIAMO A ZERO, 6mila anni di storia dell'uomo e ci ritroviamo nel 21° secolo a discutere se la "FEDE" sia appropriata x l'uomo di oggi? La fede è x logica un ossimoro della logica, e come tale va trattato. Se il percorso di fede ti rassicura e ti conforta, percorrilo, ma se invece ti da ansia e ti pone nel tempo + dubbi di un tempo, e meglio fermarsi. FERMARSI, RIFLETTERE X ANDARE AVANTI E CRESCERE. Anche questo è un ossimoro, Ma è + logico questo che un atto di fede in qualsiasi culto.

      Elimina
    6. "SE diamo per vero l'esistenza di Gesù", che è già un se quanto una casa. Anche se fosse storicamente esistito un personaggio del genere tutt'altro è dire che sia Dio in terra. Infatti per questo passo successivo e, guardacaso, FONDAMENTALE invochi la FEDE negli apostoli (cioè in uomini come te e me). Insomma un "SE" non da poco.
      Ma anche se fosse tutto vero, non vedo perchè Dio dovrebbe aver mandato solo Gesù per tutto il mondo e non aver avvicinato a se altri popoli, di altre culture lontanissima dalla nostra, con altri uomini in diverse epoche.
      Se proprio sto dio esiste e vuole avvicinare quante più persone possibili a lui sarebbe più logico questo, piuttosto che inviare una persona sola e condannare (distruzione, inferno.. ognuno la sua) tutti quelli che non credono in questo.

      Elimina
    7. Tra l'altro, ogni volta che il religioso di turno invoca il "jolly" della FEDE,sembra sempre dimenticare che,la bibbia stessa,la definisce come SICURA ASPETTAZIONE, ed EVIDENTE DIMOSTRAZIONE.... e non come fosse una specie di "salto nel vuoto" o "mistero inspiegabile e/o incomprensibile" . E,in quanto ad EVIDENTI DIMOSTRAZIONI della superiorità o autenticità della propria " fede" rispetto a quella di altri,non mi pare proprio che i cattolici possano vantare chissà quali referenze. Nemmeno i tdg, ovviamente....ma devo dire che riesco a dare ancora meno attenuanti ad un cattolico, piuttosto che a un tdg. Proprio perché il cattolico, gode teoricamente di una libertà maggiore ( in fatto di relazioni personali o ricerche extra dottrinali), la sua ottusità e il suo bigottismo, mi lasciano ancora più basito,rispetto a quello di un comune tdg...che,quantomeno, ha la difficoltà aggiuntiva( e quindi parziale attenuante) di dover vivere in un ambiente chiuso, piccolo e soffocante, dove vige il divieto assoluto di qualsivoglia confronto con il mondo esterno.
      Ale

      Elimina
    8. Victor, chi lo dice che nel tempo e nel mondo Dio avrebbe mandato solo Gesù? Se si crede in un Dio come si può giudicare Dio? La Bibbia racconta dei fatti, degli avvenimenti, delle storie che danno le risposte agli interrogativi come quello che hai posto tu. Ad esempio la genesi racconta una caduta dell'uomo e una risalita...e spesso le storie non sono vere ma sono state scritte per dare un significato alla vita...il problema e' attribuire il giusto significato ai racconti e alle storie. La Bibbia e' un enorme foresta dove si entra e non sempre e' facile trovare l'uscita. Cb73

      Elimina
    9. SICURA ASPETTAZIONE ce ne solo una
      LA MORTE!!!

      Elimina
    10. Ale, la cattolica è qui da 2000 anni, è sopravvissuta data x morta, risorta ...
      ecco xkè di manica larga ...

      Elimina
    11. Per favore Lelvira spiegami cosa signica "che l'amore è dio" ,che l'amore lo possiamo far diventare il nostro dio e a questo tendere,nei nostri rapporti con il mondo ?ti ringrazio a priore se vorrai delucidarmi .@ cb73 io mi chiedo come si possa dare alla chiesa cattolica e quella ortodossa la maglia d'onore per quanto riguarda l'attendibilità ,con tutti i misfatti che continuano a propinare .Ci vuole un bel fegato ed essere privi delle facoltà cognitive .forse ci sono delle ragioni ? Mah.. Teresa

      Elimina
    12. Guarda, per me Dio può aver mandato Budda, Maometto, Gesù o nessuno di tutti questi, potrebbe anche non esistere quindi per me non fa alcuna differenza se seguire una religione o meno. Sono dell'idea che la "spiritualità" sia una cosa strettamente personale, che nessun libro o gruppo abbia alcuna qualifica per sostenere di avere la verità. La "spiritualità" dovrebbe servire ad elevare l'individuo. Cosa che, troppo spesso, non fanno le religioni.

      "Ci sono persone buone che fanno cose buone e persone cattive che fanno cose cattive, ma se volete trovare gente buona che faccia cose cattive, rivolgetevi alla religione. (Steven Weinberg)"

      Elimina
    13. se tu dici che Dio è amore, sottintendi che tutto quello che fa è buono...e allora come si spiegano tutte le cose che succedono? E non puoi che allontanartene, ritenendolo o troppo lontano e incomprensibile, o ipocrita...

      Ma se dici che l'Amore è Dio, stai dicendo che tutte le volte che un essere umano si comporta con Amore, diventa Dio...
      io la vedo così.
      Se un essere umano segue la legge dell'Amore, non ha legge contro di lui, e agisce per il bene generale dell'Universo (Universo vuol dire tutti verso l'Uno) sta lavorando per la propria evoluzione spirituale, per il suo avvicinamento a tutto ciò che nell'Universo agisce per il bene. Così rende se stesso parte attiva e positiva dell'Universo, impropriamente chiamato Dio.
      Gesù dice che tutti devono essere Uno, e credo che questo sia il senso.
      Dice pure che gli unici due comandamenti sono amare il prossimo e amare Dio (composto da tutto ciò che è vivente, secondo la mia personalissima teologia)...
      Chi ha visto un uomo ha visto Dio, e chi non ama l'uomo che ha visto, non può amare ciò che non ha visto.
      Questo è tutto...sempre secondo me...e vale per me...

      Elimina
    14. Caro Victor, oggi tra gli studiosi più accreditati nessuno mette in dubbio l'esistenza di Gesù.
      Basta leggere il libro " Gesù è davvero esistito?" di Ehrman per capirlo.
      Poi su chi fosse realmente questo personaggio di nome Gesù ognuno è libero di avere le sue idee.

      Elimina
    15. Teresa, io sto dicendo che se si vuol essere Cristiani quello elencato sopra è l'atto di fede, ossia quello che mi insegnano, attendibilità come dici tu dell'aspetto dogmatico (parola che non mi piace). Non ho detto che gli atti compiuti dalle persone che dicono di professare questa fede siano l'esatto comportamento che Dio vorrebbe. Perchè la perfezione non esiste, nessun essere umano e nessuna organizzazione è esente da errori.
      CB73

      Elimina
    16. Gioventù Bruciata19 luglio 2017 17:58

      @ Marco...quel libro è il miglior testo che abbia letto sulla storicità di Gesù. Adoro i libri di Ehrman.

      Elimina
    17. Se un personaggio Gesu' possa essere esistito, potrebbe, ma il Gesu' Raccontato dai vangeli (miracoli ecc..) manca di storicità!! Nessun contemporaneo l'ho ha conosciuto, se ne parla sempre a posteriori e per sentito dire!

      Elimina
    18. Grazie Lelvira il concetto l 'avevo capito tu naturalmente l'hai espresso con le giuste parole. Anche se a tutti quelli che non conoscono le parole di Gesù verrebbe difficile attuare questo tipo di comportamento .tutti quelli che purtroppo sono stati marchiati nella coscienza da abusi, violenze o che le circostanze hanno fatto conoscere loro dolori nell' anima ,gli sarà difficile sentirsi spinti ad agire a favore degli altri ,quindi non partecipi al bene.io penso a loro e non so darmi pace. Teresa

      Elimina
  14. Ci hanno fatto credere che la bibbia è sopravvissuta alla chiesa cattolica quando in realta era stata la stessa chiesa a decidere quale dei libretti fosse ispirato e quale no. Se oggi dicessimo all'apostolo Paolo che le sue lettere erano ispirate rimarrebbe sorpreso! La chiesa in realtà, come altre religioni oggi, pensava di essere l'unica autorizzata a distribuire cibo spirituale.

    RispondiElimina
  15. Concordo con te pienamente caro Victor...invenzione del misogino Saulo di Tarso nemmeno originale;rielaborazione di antichi culti pagani si divinità divenuti uomo e crearne un culto dominante che in 2000 anni ha creato lutti e sofferenze all'umanità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente alcuni uomini religiosi hanno provocato sofferenze. Bisogna analizzare però l'intento di questi uomini, il fine, perchè a volte anche nelle nostre infime vite, compiamo azioni che si rivelano avere un risultato opposto a quello che ci aspettiamo. Entrare nella mentalità dell'epoca (e non è facile) e giudicare in base alle idee dell'epoca. E' facile giudicare oggi con le idee attuali ma a mio avviso è un approcci errato. Inoltre la storia è scritta da uomini....anche oggi si giudicano ad esempio i fatti che accadono senza tener conto che la religione a volte è la maschera che nasconde qualcos'altro (ad esempio la guerra in Iraq contro Saddam aveva solo lo scopo di conquistare accordi per il commercio del petrolio degli Usa non di liberare una terra). A me piace la storia e sto scoprendo che in fondo molto di quello che ho imparato a scuola non è vero, sia per quanto riguarda la religione, ma non solo. Perchè se è vero che esistono le sette esiste anche la manipolazione delle informazioni e la storicità errata (esempio: uno storico "comunista scriverà e commenterà sempre in modo negativo il fascismo, mentre uno con idee più di destra scirverà magari anche qualcosa di positivo) la difficoltà in questo come in ambito religioso è trovare un compromesso fra le verità e una visione non di parte delle cose. Purtroppo secondo me, credere al giorno d'oggi significa filtrare, rileggere tutto in ottica neutrale, ed arrivare ad una conclusione. E' un processo lungo, implica il mettere in gioco le proprie idee e i propri preconcetti. Poi qualcuno può dire: preferisco non credere. Libero di farlo

      Elimina
    2. Sicuramente è come dici, che oggi giudichiamo con la mentalità moderna (quindi più evoluta socialmente) azioni di persone dell'antichità.
      E però... c'è un grosso però. Se alcune persone erano a contatto con dio (o addirittura il popolo prescelto e guidato da dio), la loro morale, i loro modi di fare dovevano essere superiori non solo a quelli dei loro contemporanei, ma anche ai nostri.
      Non è possibile sostenere che dio guidasse delle persone che facevano cose che oggi fanno inorridire.
      Capito cosa intendo?

      Elimina
    3. Voglio ricordare a tutti coloro che professano una credenza nel cristianesimo, un ragionamento fatto da Mauro Biglino, cioè per chi si ritiene seguace non basta seguire tutti i comandamenti, Gesù ha insegnato che bisogna vendere tutto ciò che si ha per darlo ai poveri, e la storia di Anania e Saffira è un esempio che non era una scelta facile nemmeno a quei tempi. Chi segue il dio d'amore, non perde tempo a parlarne, ma agisce con atti concreti, ogni ora persa su internet è tempo sottratto a mostrare amore verso il prossimo. Io che non sono seguace, mi sento libero di non amare tutti (non odiare, è un altra cosa), ma il seguace ha l'obbligo di amare i propri nemici, porgere l'altra guancia e non giudicare, non si può essere seguaci di Cristo solo a parole, e fare la morale agli altri.

      Elimina
    4. Complottista, quella che tu citi, personalmente penso che sia una visione estremista del Cristianesimo, o meglio del perfetto Cristiano. Gesù dice di vendere e dare ai poveri a colui che gli aveva detto che aveva sempre seguito i comandamenti ( la prima risposta di Gesù) per essere perfetto. Essere Cristiani non è essere perfetti.E no, non vuol dire perdere tempo su internet. Gli atti d'amore secondo me sono anche aiutare le persone in difficoltà con una parola, con un incoraggiamento anche virtuale, a persone che forse nemmeno si conoscono. La parola tradotta con amore in italiano in realtà ha anche altri significati nella versione originale....Cb73

      Elimina
    5. CB73 ...forse ti dovresti dare una letta a Giacomo cap 2 v da 14 in poi.

      Elimina
  16. La discussione inizia a farsi stucchevole e noiosa. C'è chi vuole a tutti i costi dimostrare la veridicità delle proprie affermazioni.
    Ci si dimentica che un giorno potremmo essere tutti sconfessati, nel bene o nel male.

    Limitatevi a dire come la pensate senza per questo denigrare le idee altrui.

    Non c'è bisogno di avere a tutti costo l'ultima parola.

    Credi in Dio ed in Cristo? Va bene. Non ci credi? Va bene lo stesso. Altrimenti si diventa come i fanatici fondamentalisti. Chiacchiere e chiacchiere.

    Il tema del blog è: dovrei credere a tutto ciò che insegnano i testimoni di Geova? (domanda pertinente visto che ai TdG viene insegnato che "la verità" non si discute).

    Ogni tanto divagare sul tema ci sta, senza sconfinare però nel proselitismo (che sia ATEO o RELIGIOSO)

    RispondiElimina
  17. Ok recepito Mi scuso Cb73

    RispondiElimina
  18. Vivere da tdg, soprattutto se si è giovani circondati da familiari tdg è veramente una gabbia.Sono vincolati in tutto e soprattutto sentono spesso frasi di questo tipo....non andare con le persone del mondo.....stasera ci sarà un grande banchetto dove serviranno del cibo spirituale che non puoi perdere.......andiamo in servizio....andiamo alla festa dei fratelli (dove per sua sfortuna sono tutti grandi di età.......andiamo a vedere il broadcasting ecc ecc. In una situazione del genere solo una mente aperta riesce ad aprire gli occhi e via via allontanarsi.Senza contare quello che devono subire a scuola sentirsi sempre dire ...ma come mai non fate questo.....ma come mai non fate quello.Le loro riunioni all'interno delle congregazioni servono a consolidare questi rapporti di falsa amicizia perchè ricordatevi che saranno tutti sulla porta a puntarvi il dito contro.Ma quanto è bello questo popolo di DIO?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se fai quello dicono loro ti vogliono tutti bene...appena cominci a pensarla diversamente ti evitano perché sei un pericolo per il loro credo..se basta parlare 5 minuti come dicono loro con un persona che loro chiamano apostata per perdere la fede vuol dire proprio che è una fede sul nulla..

      Elimina
    2. Tutti quelli che parlano sempre di bibbia e Gesù vorrei ricordare che tutte le bibbie che vi siete lette ci sono arrivate grazie agli ebrei e la politica di quel tempo..non volevano di certo fare un opera buona per voi..poi se credete che sia stato dio a indirizzarli e ridicolo,visto che ha fatto più morti e discriminazione la bibbia che qualsiasi altro libro..un libro di guerre con in mezzo qualche buon consiglio... se ti leggi qualche filosofo greco o contemporaneo tipo osho ne trovi di migliori e spiegati anche meglio senza il bisogno che te li interpretano i vari schiavi fedeli o il papa..smettete di essere schiavi di un libro che impone un dio di guerre,lapidazione,sacrifici animali,vendette,assassini di donne e bambini..

      Elimina
  19. Certo è veramente stucchevole che chi crede in Gesù ed in Yah
    venga giudicato per la sua fede.Che poi nella bibbia c'è anche il fatto che le autorità superiori sono ministri di Dio,e non c'è superiorità del giudeo col greco,e ogni persona che opera giustizia gli è accetto,e che quelli senza fede fanno per natura le cose della legge e sono legge a se stessi,
    Poi che le invisibili qualità perfino la sua sempiterna potenza si vedono chiaramente fin dalla creazione del mondo e ha fatto di un solo homo ogni nazione perché dimorino sull'intera superficie della terra perché cerchino Dio se possono andare come a tastoni e realmente trovarlo....(qui ognuno ha diritto di fare la sua riflessione, perché comunque qualcosa in comune si può trovare)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si possono esprimere le proprie vedute, ma non si può sempre tentare di avere l'ultima parola. Il credente non dovrebbe avere la pretesa di convincere l'ateo e viceversa.

      E' comunque ovvio che il credente debba fare un'atto di fede astratto, perchè oggi è evidente che non ci sia traccia (se non millantata) di Dio nella storia dell'uomo.
      Parlo di storia.

      L'origine della vita è un'altra cosa, ed è argomento ancora molto controverso. Io ho una mia idea ma non la esprimo perchè essendo unica e personale... è sicuramente errata !! :-)

      Elimina
    2. Beh, è anche stucchevole che chi non crede venga giudicato da chi crede, non pensi?
      Qui comunque non credo si giudichi nessuno. Per quanto mi riguarda ognuno può credere in quello che vuole, fintanto che non fa del male a qualcun altro.
      Forse i commenti un po' più sarcastici o duri vengono fuori quando qualcuno entra a gamba tesa spargendo giudizi a destra e a manca, come qualche nuova entry ha fatto di recente. ;o)

      Elimina
    3. nessuno sarò mai abbastanza duro come sono state le religioni nei confronti degli umani..le religioni e giusto che raccolgano ciò che hanno seminato..e questa vale anche per i testimoni...lo dicevano loro..e non parlo così perché ho subito chissà cosa,non sono disassociato,i mie familiari testimoni sanno come la penso,tanti amici fratelli..ma parlo così perché credere ad un libro e a 7 persone non ha logica,ed infatti loro e proprio questo che insegnano,fidarsi di loro anche se una decisione ci sembra non abbia logica..cioè dai basta questa frase detta continuamente dai podi per anni per chiudere l argomento logica tra i testimoni di geova.loro sono contro la logica.

      Elimina
    4. Pietro ma se un apostata invitasse a cena un testimone ci andrebbe?qui gli unici che giudicano sono i testimoni evitando chi la pensa diversamente.. un commento che giudichi la fede come atto poco logico ci può stare,ma nessuno vuole offendere te come persona,che probabilmente anzi sicuramente credo tu sia una brava persona..

      Elimina
    5. I cattolici parlano e mangiano con gli ex-cattolici. I testimoni di Geova voltano le spalle pure ai loro figli, se escono dall'organizzazione. Poi parlano di "amore".

      Questa è una cosa che fa "bruciare dentro" !

      Elimina
    6. Poi ci sono i figli che non vogliono più avere a che fare con la madre che è uscita, e non le fanno neanche vedere il nipotino.
      Conosco una situazione, ma chissà quante ce ne saranno.
      Ma che amore che c'è fra i Tdg!
      Atro che bruciare dentro, si va a fuoco completamente.

      Elimina
    7. e non si accorgono nemmeno che, se davvero vogliono seguire la Bibbia, non dovrebbero trascurare il rispetto verso i genitori...ma è inutile aspettarsi della logica...

      Elimina
    8. Amore per le regole imposte e per il 'canale' di dio...bel modo di amare quello di considerare morto un fratello perché commette un peccato o perché ha cambiato idea..questo non è amore e solo una facciata,che amici siamo se la condizione è che uno non cambi opinione sulla religione

      Elimina
    9. Anziano riflessivo

      In congregazione ci sono diverse famiglie che hanno figli disassociati, personalmente vedo che, in particolar modo le mamme, si incontrano con i loro figli "di nascosto". Al riguardo oltre a non riferirlo a nessuno sono contento che ciò avvenga, poiché mi rendo conto che questa regola assurda e maledetta, nessuno la rispetta.
      Altro che bruciare dentro, tale forma di ostracismo ha bruciato la vita a tante persone

      Elimina
    10. Ma secondo voi ..se un gruppo religioso accetta tutto ciò che è nel AT come volontà divina ...ancor di più accetterà la volontà di 7 illuminati americani come guida terrena.

      Elimina
    11. "Poi ci sono i figli che non vogliono più avere a che fare con la madre che è uscita, e non le fanno neanche vedere il nipotino."

      Se è per questo avrei una nipotina, figlia di mia cognata, che avrò visto si e no una o due volte "per sbaglio"... e i miei cognati diciamo che non sono proprio TdG "modello"... ma tutto puoi fare, sopratutto nel privato di casa tua, basta che poi non frequenti gli ex, manco se sono parenti stretti.

      Eh si, lo si fa per lealtà a Dio... si si...

      Elimina
    12. be è come quelli che lavorano in nero ..o ti fanno lavorare in nero , con scusante perchè non riuscirebbero a sopra vivere ...poi però sarebbero disposti a morire pur di non ricevere una trasfusione.( in quel caso la sopra vivenza non centra nulla) ...è chiaro che il condizionamento dove vede l occhio umano è a livelli infiniti .

      Elimina
    13. Riflettendoci a posteriori è una follia collettiva

      Elimina
    14. "be è come quelli che lavorano in nero ..o ti fanno lavorare in nero"... abbe di questi...

      Non vorrei fare nomi e cognomi però... ne conosco... poi però loro hanno la casona, macchine nuove ultimo modello ai figli, più viaggi durante l'anno... ma i "fratelli" dipendenti in nero e/o sottopagati senza malattie o ferie... dai su...

      Elimina
    15. Classico quadro che ai tempi in cui frequentano vedevo spesso in molte congregazioni.
      Molti che avevano imprese di pulizie o edili, assumevano solo qualche figlio o al massimo qualche dipendente, per far risultare che almeno un lavoratore fosse in regola.
      Poi tutti gli altri in nero, sottopagati, a lavorare per dieci/dodici ore al giorno.
      E questi "fratelli" che li assumevano si vantavano anche del fatto che davano lavoro ai fratelli!
      Che razza di approfittatori e succhiatori di sangue!
      Loro intanto, guadagnavano migliaia di euro in nero, compravano case in montagna, case vacanza, auto nuove ultimo modello per loro e figli, e poi i loro dipendenti a fare i salti mortali per arrivare a fine mese..
      Che gente misera, credetemi.
      Alcuni di questi poi, erano e sono ancora anziani, a fare discorsi sul "doversi accontentare" , "sui pericoli del materialismo" e bla bla bla...
      Che delusione!

      Altri che erano soliti invece fare la doppia attività lavorativa, ossia dipendenti statali e poi lavori edili a nero, rubando poi di fatto il lavoro a chi magari campava solo di quello!
      Concorrenza nelle congregazioni su chi era meglio chiamare e non chiamare per un dato lavoro, cattiva pubblicità fatta a fratelli che non erano nella loro cerchia di amici o patenti.. tutto affinché le loro famiglie fossero sempre negli agi e nel benessere, e i fratelli che erano davvero in condizioni economiche estreme, rimanevano sempre più nel bisogno.
      Quanta ipocrisia che ho dovuto sorbirmi..

      Elimina
    16. Vero Giuseppe, e pare capiti in quasi tutte le congregazioni. Mia moglie, quando ancora non la conoscevo, aveva fatto domanda di lavoro in un negozio del quale i proprietari erano tdg, ma non aveva accettato perchè le avevano proposto un contratto capestro. Quando dopo, ci siamo conosciuti, sapendo del mio passato, non aveva una gran stima dei tdg. Poi ripenso a tutti quelli nel commercio, che giustificavano i prezzi alti perchè loro -dovevano- pagare le tasse a Cesare! Non ho mai capito perchè i tdg sono molto ligi su alcuni aspetti, fino al fanatismo, ma sul lavoro nero pare che si possa chiudere un occhio, se non due.

      Elimina
    17. La cosa che mi fa rabbia è che poi parlano di spirito santo, di popolo di Dio e baggianate simili, e tu zitto e sottomesso.

      Elimina
  20. Cari fratelli non è nemmeno esatto dire che se fai quello che dicono loro è segui alla lettera sei accettato è ti vogliono bene,se gli stai antipatico non ti accetteranno mai ,è il gruppo farà in modo di tenerti alla larga ,ci capitava a noi come famiglia ,siccome non eravamo persone che si prostrvano facilmente è non abbiamo mai leccato il didietro a nessuno ,poi mettici l'aggravante che siamo siciliani a fine adunanza vedevi l'anziano che si avvicinava ai soliti lecchini per andare a mangiare la pizza è noi come fossimo trasparenti.ma queste direttive è distinzione vengono dall'alto ,cosa viene detto dal podio di stare attenti a chi si frequenta in sala ,ma di cosa parliamo,altro che bruciare dentro ,questi sono dei criminali è come tali vanno trattati anzi denunciati .spero che presto molti come noi si svegliano è abbandonino le sale è le assemblee che soddisfazione sarebbe.vi auguro una buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cristina ben venuta.......è esattamente la stessa cosa che accade in una azienda ...li fra direttore .. capi ..vice capi e lecca sederi, ogni tanto ci scappa la cenetta.... con l unica eccezione che nella cenetta aziendale non non dicono di avere lo spirito santo , al massimo lo spirito di..vino. ((-:

      Elimina
    2. Cristina, è proprio vero, se non spalleggi ora tizio o caio diventi antipatico. Faranno sempre gruppetti e a te non ti cagano x nulla! e passi tu x quella strano. Conosco fratelli che hanno provato a parlare con anziani, xkè non ne potevano + di essere esclusi. Ma non è servito a nulla, effetto opposto, isolati ancora di più.

      Elimina
    3. Si andando dagli anziani a lamentarti hai segnato la tua condanna, saresti considerato il solito brontolone che non ti sta bene nulla, quindi ti dicono di perdonare, di lasciar perdere, sai i fratelli non sono perfetti... quelli che fanno del male a te... Tu invece devi esserlo.
      Ehhhhh! quanta rabbia in corpo fratelli.
      Naturalmente parlo per esperienze personali accumulate in tanti anni che sono dentro.
      Ora con l'avvento di giovani servitori ed anziani gonfiati dal "privilegio" è sempre peggio, l'amore la misericordia che robe sono?
      Con mia moglie qualche giorno fa, ci chiedevamo, avessimo bisogno di un aiuto spirituale o insomma ci sarà qualcuno che ne ha bisogno, ecco da chi andremmo, abbiamo fatto una cernita , boh! saremo incontentabili, la vedremo molto nera, ma bei miei tempi degli anni 70 e appunto mi pare che stiamo peggiorando alla grande.

      Elimina
    4. Per fare un esempio :...un conto è sopportare o passare sopra ad uno che involontariamente ti schiaccia un piede , un conto è invece uno che si diverte a schiacciarti il piede che è consapevole di farti del male...tutto altro che imperfezione!

      Elimina
    5. (Dubbioso attivo)
      si, per esperienza personale simile posso confermare che queste cose sono accadute pure a me e alla mia famiglia.
      I grandi capi delle congregazioni, perché quello sono, non pastori, si lamentano del livore di chi lascia, di chi si allontana, di chi si ribella, facendo finta di dimenticarsi che é a causa loro che la gente dopo aver subito inganni o ingiustizie crea in corpo una rabbia e una delusione senza precedenti. Quella che talvolta chiamano Apostasia, per la verità é Apostasia indotta. Se non esistessero classi di privilegiati e gente trattata come morti di fame, nessuno avrebbe modo di lamentarsi o allontanarsi. Se guardassimo solo i lati positivi, la religione dei TdG ha tanti aspetti che fanno piacere, ma vengono messi in risalto, purtroppo, solo i difetti, che superano i pregi.
      É chiaro che se anche ben partita con buone intenzioni, la Verità si é trasformata in una Comunità di raccomandati che pensano di essere santi.

      Mancano umanità e umiltà, ci si sente giudici sugli altri e non si hanno amore e misericordia. Conosco più gente che si odia, pettegola, malvagia nella congregazione che al di fuori. Ma bisogna essere giudici degli altri fratelli e di quelli del mondo. Un TdG non si guarda mai la coscienza. Solo nei finti monologhi in assemblea.

      É una classe di raccomandati. Lo sappiamo tutti. Se nasci nelle famiglie importanti, dato che ti impediscono di trovare un tuo spazio nel mondo, ti fanno fare carriera teocratica per sentirti appagato. E per appagare la famiglia. A meno che uno non sia un completo disgraziato, se é figlio di anziano diventa a sua volta anziano. Eredità dinastica. Conosco pochi anziani i cui figli maschi non siano stati messi sugli scudi. Ovvio, bisogna sfruttare il potere che si ha. Schiere di asserviti senza personalità che decidono la vita altrui. Con leggerezza e malizia. Se poi senti parlare molti di questi Potenti, le benedizioni da Geova son sempre qualche incarico al congresso o in congregazione. Mai uno che parli di come Geova li ha aiutati a far diventare civili dei delinquenti. Testimonial di Geova, perché ora, in tempo di congressi sono lì a farsi belli per apparire ancora più luminosi, certo, davanti a 5,10mila persone ci si sente come gli idoli musicali.

      Queste son cose che vediamo in tanti, e son contento, altrimenti uno pensa di essere egli stesso il problema. Invece sussiste ed é generalizzato. È l'atteggiamento generale. Io son stato persona fedele e di responsabilità, fino a quando non son stato accusato di andare contro gli interessi dell'organizzazione, ovvero criticare l'operato subdolo di certi nominati.

      Ho visto, sentito, patito cose da far cadere le braccia. Ci sono la serie A, la B, la C, la D... Più lecchi il sederino ad anziani e sorveglianti, più ti dimostri servo delle idee personali di anzianotti e anzianesse ti considerano un loro pari, mangi alla tavola imbandita dei padroni. Appena dimostri di avere e volere dignità non solo per te, ma per tutti, perché trovi ingiusto che il popolo che si considera di Dio abbia al suo interno cose aberranti, vieni additato come apostata, allontanato, si infanga il tuo nome, aboliti i tuoi sacrifici e ostracizzato come il peggiore dei criminali, usando l'arma del ricatto psicologico con chi ti vuole bene, in congregazione, per farti togliere di mezzo. Uscire dal loro gioco infernale ha pro e contro. Sicuramente salvaguardi la dignità anche se in principio perdi stima e affetto di molti. Ma un uomo si riconosce dalle proprie idee, non dal numero di belle cravatte che indossa.

      Hanno ragione quando dicono che il Lievito fermenta. Dimenticano che il lievito fa crescere il pane, che è fonte di vita, un cibo genuino. Loro fanno crescere solo piccoli robot burattini senza spina dorsale. Commestibili come il cemento.

      Elimina
  21. Ecco quindi parenti e amici del mondo non li puoi frequentare, i "fratelli" tdg ti escludono. ...e vai !!!! Entri pure la depressione.

    Io quando cominciai a studiare (14 anni ).
    Pensavo di entrare in un posto dove tutti sono uguali , invece più crescevo e più questi gruppetti erano evidenti.
    Mi ricordo quando cambiai sala, un giovane della sala nuova non poteva vedermi e fece del tutto per escludermi .....poi fortunatamente si è fidanzato ( per sua buona pace dei sensi ) e quei quattro gatti che eravamo rimasti , sfigati senza fidanzato , potevamo stare serenamente insieme.
    Ah ah ah! !!
    Ora mi viene da ridere ma che perdita di tempo, quella si che era gioventù bruciata! !!!

    @anziano riflessivo , sono contenta che nella tua congregazione le cose stanno così.
    Purtroppo le madri non sono tutte uguali.
    La mia si sente come se commettesse un grave peccato nel frequentarmi.
    Che pena mi fa , sul serio.
    Prima che o tdg bussasero alla nostra porta era una femminista sfegatata, l'ottava per la libertà di tutti....
    Ora se ne sta lì....apatica...
    Dagli anziani non veniva apprezzata neanche quando faceva la pioniera regolare. ...perché la parlantina gli era rimasta. Si sa tra i tdg vanno meglio le sorelle pettegole che parlano di nascosto.
    Lei non c'è la fa a tenersi un "cecio in bocca", come si dice da noi.
    Tutte cose normali è , ne pettegolezzi ne cattiverie, tipo il far notare al servitore di ministero che in quella parte del territorio non va bene che ci vanno delle sorelle o cose del genere....lei stava sempre in servizio e rispetto al servitore di ministero che ci andava una volta al mese ne sapeva di più.
    E giù "cazziatoni " degli anziani davanti a mio padre .
    E la tanto esaltata unità familiare ( grazie a loro) se ne andava a far friggere.
    Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per questo credo che sono diabolici.
      All'inizio quando studi ti danno l'impressione di essere differenti. Con la scusa di non scoraggiare, molte cose le tengono nascoste.

      Per esempio spesso quando inizi ad avvicinarti a loro raccontano:

      Una persona e' andata dal prete per chiedere..come mai usano la croce che e' pagana, presa dal Tao, ecc.. Allora il tdg evidenzia il fatto che il prete risponde seccato e non disposto a capire il proprio errore.

      Io vi chiedo secondo voi qual'e' il punto di questo esempio?

      Non e' per dare l'impressione che invece loro amano la verita' e non rispondono male se gli viene fatto notare un errore?

      Ma le cose stanno veramente cosi? Se gli fai notare che l'insegnamento delle generazioni non ha nessuno supporto Biblico, quale e' la loro reazione? Puoi parlarne liberamente con gli altri?
      Se chiedi come mai pur definendosi i soli guidati dallo spirito santo hanno fatto predizione x la fine sbagliate x 140 anni.
      Rispondono ammettendo che le scritture stesse non li definirebbe attendibile come dice Deuteronomio? e la logica stessa? La loro e' imperfezione, gli altri non hanno questo lusso, e' malvagita'.

      Un altro comportamento diabolico e' che loro invitano continuamente a limitare il minimo con i non fratelli. Pero' se gli viene chiesto se questo e' il caso, dicono che non e' vero?

      Per esempio mio padre a chiesto se i tdg non parlano con i parenti che lasciano la religione ad un anziano.
      L'anziano ha risposto che i rapporti rimangono ma non possono parlare di religione.

      Ma non e' questa una grossa bugia?
      Tanti video da loro prodotti recentemente incoraggiavano i genitori di non rispondere nemmeno una telefonata ed non avere nessuno contatto.

      La storia e' sempre quella...pretendono di essere diversi, ma mentono come gli altri e sono crudeli come la chiesa al tempo dell'inquisizione.

      Tornando all'esempio del prete che risponde male, almeno la chiesa non distrugge famiglie e lascia la liberta' di scegliere.

      Elimina
    2. Che tristezza di storia Elisa..sentire queste storie come altre che ho letto qui mi fanno odiare questa specie di religione..io non ce l ho con loro per me o per te che sappiamo come stanno le cose,e tutto sommato ne siamo usciti molto più forti da questa modo di vivere da setta,ma per come riducono persone come tua madre o i miei genitori ad esempio..hai usato la parola giusta..apatiche..certo che da femminista a diventare testimone il che equivale a estremo maschilismo,vuol dire che sono stati proprio bravi..per fortuna che qui in toscana si vede un Po di risveglio delle persone..

      Elimina
    3. Joe hai detto cose interessanti..sono proprio dei falsi,che vergogna essere stati parte di questo inganno..per fortuna grazie a me nessuno è diventato testimone..ho la coscienza pulita:)

      Elimina
    4. Elisa ha ragione quando ti allontani non stai più con genitori e parenti tdg con cui sei cresciuta e non stai nemmeno con gli altri parenti perché praticamente non li conosci e di amici al di fuori non ne hai mai avuti soprattutto se la famiglia era molto praticante. Per ad esempio alla inizio non pesava forse per il senso di libertà iniziale , ma dopo diversi anni non avere nessun contatto con i familiari mi rattrista abbastanza, i genitori non li ho più e i miei figli della mia famiglia non conoscono nessuno, e non riescono a capire il motivo.

      Elimina
  22. E' una religione giovane che grazie alle sue regole ha rovinato la vita di tanti adepti.Poi la storia della fine....è dai primi del '900 che deve venire la fine....mah in più la storia di armaghedon che se non sei uno di loro sarai distrutto è una roba proprio singolare.Io continuo a dire che i fessi la dentro seguono alla lettera quello che gli viene propinato quelli scaltri fanno buon viso a cattivo gioco; meno male che dicono di essere tutti uguali.

    RispondiElimina
  23. Io credo che qualsiasi ideologia ( religiose comprese) ,se portate all' estremo, possano solo produrre, infine, gli stessi tristi risultati. Dei tdg, dei cattolici, o delle ideologie occidentali in generale,ne parliamo già abbondantemente. ...per poi finire con l'appezzare di più quelle orientali,magari. Ma questo,credo, proprio perché noi siamo cresciuti in un ambiente e in una ideologia prettamente occidentale. né abbiamo toccato con mano la fallibilità e le contraddizioni, è vero. Ma è anche vero,sempre a parere del tutto personale, che in fondo in fondo... " l'erba del vicino è sempre più verde". Proprio l'altro giorno, una persona mi faceva notare,ad esempio, di come sia abituale,secondo alcune ideologie orientali,pensare che ognuno nasca nell'ambiente " che merita" ... con problemi famigliari, economici e sociali compresi nel pacchetto. Ma a questo punto, se portiamo all' estremo queste stesse ideologie orientali( che pure insegnano moltissime sagge verità, ovviamente) ,non dovremmo nemmeno rammaricarci,come invece facciamo,di tutti i bambini abusati. In fin dei conti,che ne sappiamo che tra i bambini abusati di oggi( in questa vita) ,non si nascondano gli Hitler di ieri( della vita precedente) che,in quanto tali,ora hanno solo quello " che si meritano" ??? È un esempio volutamente assurdo(ma neanche tanto) ,per far capire come ogni tipo di " saggezza " ,quando portata al suo estremo,può nascondere sempre la stessa fallacia,e le stesse contraddizioni. Questo è cmq un parere ed una riflessione del tutto SOGGETTIVA E PERSONALE ....spero di non offendere quindi la sensibilità di nessuno.
    Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. solo per ragionare...
      ‌Io non escludo affatto il concetto di reincarnazione, o quello del karma,o tutto quello che gli ruota intorno. Anzi,per certi versi mi sembra del tutto sensato. Quello che,in tutta verità, a volte mi fa davvero cadere le braccia, è il comportamento umano che spesso ne consegue. Ovviamente sto generalizzando, non me ne voglia nessuno,ma a volte mi sembra davvero che,dietro ad una nuova ideologia abbracciata, si nascondano semplicemente gli stessi atteggiamenti umani prodotti dalle ideologie precedenti, ormai lasciate alle spalle. Mi spiego meglio. Che differenza c'è, ad esempio, tra il pensare " beh,quelli che hanno problemi che non si risolvono, oppure che non sono ancora felici,o altro ancora.... evidentemente è perché non hanno ancora raggiunto le consapevolezze che dovevano raggiungere... e quindi attirano a sé determinati problemi. Ingaghino dentro di sé, e si diano le loro risposte " ,oppure pensare " beh,quelli che hanno problemi o che non stanno bene...evidentemente non sono benedetti da Geova... si chiedano il perché "???
      È solo un esempio,so bene che non si può riassumere il tutto in così poche parole. Però,in alcuni casi,mi sembra davvero che,le filosofie orientali che ora tanti abbracciano ( pure giustamente, perché, lo ripeto a scanso di equivoci, insegnano davvero tanti concetti profondi e veritieri) ,celino sotto la superficie, lo stesso egoismo e menefreghismo umano di prima....solo in una nuova forma molto più " radical chic" . Cioè, se un tdg guarda un poveraccio ,o uno semplicemente meno fortunato di lui,e poi pensa "mi dispiace molto...ma del resto è una persona del mondo,non ha senso che mi preoccupi più di tanto della cosa. Se fosse davvero sincero e di buon cuore, alla fine diventerebbe un tdg. A quel punto Geova lo benedirebbe,e le sue condizioni di vita potrebbero solo migliorare" noi saremmo tutti concordi nel definirlo un essere umano semplicemente egoista,superciale,ignorante e guidato dai pregiudizi. Perché,allora,non dovrei concludere lo stesso, di quello che ,nella stessa situazione, ora pensa "mi dispiace molto per quel poveraccio o per quell' infelice, ma non ha senso che mi preoccupi più di tanto della cosa. Del resto,quando raggiungerà le dovute consapevolezze,anche il mondo intorno a lui inizierà ad essere più clemente nei suoi confronti. Superati i problemi irrisolti con il suo karma, anche le sue condizioni di vita incominceranno sicuramente a cambiare" ???
      Davvero, è solo per amore del ragionamento, un modo per " pensare ad alta voce" e per esternare alcuni dei dubbi che ancora mi rimangono. Non voglio davvero offendere la sensibilità di nessuno. Ale

      Elimina
    2. La reincarnazione da molto più risposte di quanto possiamo immaginare....ma non fatevela mai spiegare da un TDG perchè non ne capisce un tubo.

      Elimina
    3. Infatti non la chiedevo a nessun tdg,Riflessivo. È vero,la reincarnazione dà molte risposte.... però implica anche nuovi ed inevitabili interrogativi.
      Ed io preferisco ancora farmi molte domande...piuttosto che accontentarmi delle risposte già avute. Credo cmq di aver espresso dei dubbi legittimi. E sottolineo nuovamente che io non ho nulla da obiettare sul concetto di reincarnazione in sé stesso. Obbietto,piuttosto, in merito alle sue implicazioni nella vita che viviamo ora. Anzi, in realtà nemmeno obbietto...chiedo soltanto. Ovviamente, faccio anch'io le mie ricerche in merito a tale argomento. Alcune cose le condivido, altre meno... tipo quelle che ho espresso,o molte altre. Però non mi va l'idea di dover delegare la mia consapevolezza a terzi.... Budda o Osho che siano. In fin dei conti ,si parla sempre di esseri umani come noi,ne più né meno. Non ci quadrano più le cose che diceva l' apostolo Paolo? Benissimo, nulla da obiettare. In effetti non quadrano e basta, perché stridono con quello che la coscienza stessa ci suggerisce. Ma la mia coscienza, ad essere sincero,stride anche sentendone altre. Non dico affatto che non siano veritiere....semplicemente non mi quadrano. Mi lasciano la stessa sensazione di amaro in bocca che mi lasciavano quella di prima. Non tutto,ovviamente. Ma alcune cose mi fanno davvero suonare un campanello d'allarme laggiù, in fondo alla mia personalissima coscienza. Sicuramente mi mancheranno ancora molti dettagli, e forse non mi quadrano per questo. Ma,fino ad ora,non è che abbia sentito chissà quali risposte convincenti o esaurienti ( nella vita in generale, intendo, non sul blog). Cerco di prendere il buono da ogni ideologia o saggezza nella quale mi imbatto strada facendo. Ma il " pacchetto completo ",non riesco proprio ad accettarlo da nessuno. Non accettavo le contraddizioni di quello prima,e ancora non accetto le contraddizioni di questi " nuovi pacchetti " . Mi limito a fare una specie di self-service, isolando da ogni portata,solo quegli " ingredienti " che non stridono con la mia personale coscienza. Se poi mi si vuole dare spiegazioni non ancora conosciute,quelle sono assolutamente bene accette.
      Ale

      Elimina
    4. Se la reincarnazione dovesse esistere, non potresti mai provarla ne in questa ne nel altra vita , perchè non ricorderesti mai di aver vissuto precedentemente, ogni volta che nasci è come se fosse la prima esistenza.

      Elimina
    5. Beh,certo... questo lo so. Si passerebbe,per cosi dire,dalle acque del fiume Lete(simbolo di oblio),dimenticando le vite precedenti. Le vite... ma non le consapevolezze già raggiunte e inglobate nella propria coscienza durante le esistenze pregresse.
      Ed è qui che sta uno dei veri inghippi,a mio avviso. Perché si parte dal presupposto inconfutabile, ma improvabile al tempo stesso, che le sofferenze della nuova vita,servano a far nostre quelle stesse consapevolezze. Ne consegue, quindi, che le persone in qualche modo " sofferenti " ,DEBBANO PER FORZA essere inquadrate in un certo modo...senza possibilità di smentita. Se anche ci provassero ,a spiegare che la loro coscienza non è poi tanto mal messa da giustificare cotante disavventure, non gli si crederebbe. Esattamente come il tdg NON PUÒ credere che "l' apostata" possa anche non essere tale. L'apostasia, nella mente del tdg,DEVE avere quel ruolo,affinché il suo castello possa rimanere in piedi. Vabbé... potrei continuare per ore,ad elencare le similitudini insite, NELLA SOSTANZA,tra le conclusioni che trae un tdg,e le conclusioni che trae qualcuno addentrato in altre credenze e ideologie che,dietro ad una FORMA ASSAI DIVERSA, nascondono cmq anch'esse tante contraddizioni analoghe. A mio avviso ...ovvio.
      Ale

      Elimina
    6. Io, anche se è un po'tardi, proprio su questo argomento, a suo tempo stilai una serie di domande che mi facevo ed alle quali ad oggi ancora devo trovare risposta.
      Sarei davvero felice se qualcuno potesse delucidare almeno su qualcuna di esse, giusto per amor di conversazione...

      1 Se la presunta incarnazione della persona di corpo in corpo presuppone l'evoluzione stessa dell'anima verso uno spirito più puro e armonioso, perché sulla terra esistono molte più persone malvagie e cattive (che proprio come noi dovrebbero condividere i medesimi 'passaggi' di livello dell'anima)?

      2 Cosa accade alle anime che non raggiungono la loro illuminazione spirituale nel corso di una loro vita?

      3 Le anime che si dimostrano malvagie cosa diventeranno o in cosa si reincarneranno?

      4 Se è vero che scegliamo noi i nostri stessi genitori, per quale ragione per esempio un anima dovrebbe scegliere di nascere in una famiglia africana povera o in un paese pieno di guerre e caos, piuttosto che in una felice famiglia che magari vive in una splendida campagna?

      5 La cosciensa che abbiamo dentro di noi cosa è?

      6 Facciamo tutti parte di una medesima 'super coscienza" che ha dato origine alla vita e della quale siamo l'immagine riflessa?

      7 Perché se questa 'super coscienza' esiste e spinge per il bene e la prosperità delle forme di vita che ha creato, sulla terra vi sono paesi interi dove non c'è il necessario per innumerevoli persone? E perché le stesse creature viventi spesso per sopravvivere mangiano altri esseri viventi?

      8 Se l'anima si reincarna di volta in volta in corpi sempre nuovi e diversi, come si spiega l'attuale esponenziale aumento della popolazione mondiale?
      ( Mi spiego meglio: se le anime che si incarnano appartengono a spiriti antichi o comunque piu vecchi del nostro secolo, questo significa che esistono miliardi e miliardi di anime antiche e meno antiche che si incarnano continuamente, e quindi noi siamo il risultato di migliaia di anni di reincarnazione o 'evoluzione', ma delle medesime anime vissute secoli fa)

      9 Se è vero che l'anima è in continua evoluzione spirituale e per fare questo si avvale di innumerevoli esperienze e varie esistenze qui sulla terra, perché fra le persone sembra esserci una maggioranza di azioni negative e malvagie a scapito di quelle buone e spirituali? Se di vita in vita si dovrebbe progredire spiritualmente e crescere in buone qualità, perché allora non c'è oggi un mondo composto quasi interamente da persone buone ed evolute in senso spirituale?





      Elimina
    7. Buongiorno carissimi Ale , Riflessivo, Giuseppe.

      Per Ale. Non è esattamente come dici. Che si passa da una forma di accettazione ad un altra.
      La differenza la puoi percepire.
      Parla con un anima TdG. E parla con un anima consapevole. Questo semplice dovrebbe bastare a spiegarti tutto.

      Per Giuseppe.
      Sono più importanti le sensazioni o le spiegazioni?
      Qualche idea me la sono fatta di recente.
      Se vuoi puoi contattarmi.

      Elimina
    8. Perfino l apostolo paolo parla di coscienze più evolute...romani cap 2 v 14 a 15.

      Elimina
    9. Grazie della risposta Rugiada. Capisco che vuoi dire...ma non sempre è così. Cmq ti ho scritto sulla mail che hai messo sul blog, se vuoi. Controlla se ti è arrivata. Cmq sono d'accordo, contano più le sensazione che le spiegazioni. Solo che non penso si possano catalogare sensazioni diverse alle nostre come " sensazioni poco consapevoli". È questo che intendo dire. Però è un argomento che mi fa piacere approfondire, se ti va. Anche in privato. Oppure si parla d'altro e ci si conosce semplicemente meglio. Fammi sapere. Ciao Rugiada, e grazie della risposta.
      Ale

      Elimina
    10. Buongiorno,
      Certo Rugiada, John ha la mia mail, ma la posso anche pubblicare qui.
      Se hai qualche risposta o qualche riflessione,mi può fare solo bene leggerla ed imparare altro su questo tema ancora "oscuro" a livello "conscio" per me.
      Magari è come dici tu, certe cose bisogna anche "sentirle"...

      Fineasconsapevole@gmail.com

      Elimina
    11. Alla fine,per quanto mi riguarda, è lo stesso ragionamento fatto giorni fa sul mangiare carne o meno. Ognuno fa come stabilisce in coscienza ( anche se rimane innegabile il fatto che,per mangiarsi una bistecca,un altro essere vivente debba cmq prima morire)....l'importante è non usare le nostre convinzioni in merito a svariati argomenti, come base per giudicare gli altri come esseri " inferiori " ,oppure " poco consapevoli" ,o altro ancora. Magari è anche vero,siamo " poco consapevoli" ...ma in base a cosa? Mi sembrano quasi sempre dei parametri alquanto relativi. I valori assoluti e indiscutibilmente positivi,sono pochi e semplici. Riguardo a tutto il resto,l' importante è cercare di fare sempre del nostro meglio.
      Ale

      Elimina
    12. Spero cmq si capisca lo spirito delle mie osservazioni, Rugiada. Magari tu leggi delle cose di Osho o di altri, che ti fanno scattare qualcosa dentro di positivo,e che danno un senso a interrogativi lasciati in sospeso. Ma forse, di fronte a quelle stesse cose,io o un altro, possiamo reagire in modo diverso. Ma chi stabilisce che, in merito a concetti analoghi, le sensazioni di chi si sente in un modo,siano più " consapevoli " di quelle di chi si sente in modo differente? Secondo me,se poi uno pensa " beato me che ho raggiunto il grado di consapevolezza necessario per capire queste verità,peccato per gli altri che sono ancora troppo indietro" ,non è che stia facendo un ragionamento tanto " elevato " . Spero che si capisca il senso di ciò che dico,Rugiada, non vorrei essere frainteso. Ma non è facilissimo esprimersi in merito a cose che, come tu giustamente dici,vanno più SENTITE,piuttosto che SPIEGATE. Non so...io non voglio ritrovarmi ad osservare chi sta peggio di me,pensando cose del tipo "peccato per quella persona,per i suoi problemi, o per i suoi dolori. Ma,del resto, se sta messa tanto male...qualche domanda se la dovrà pur fare" . Capisci che intendo? La " ruota " gira per tutti. A volte le cose ci vanno bene, altre volte peggio. Ma da qui a convincermi che questa " ruota " giri sempre in modo GIUSTO ED EQUO,ce ne passa! Ognuno raccoglie quello che semina,o che dona all'universo? OK,penso anch'io che sia così. Il problema, però, è stabilire IL DOVE E IL QUANDO. perché se si dovessero trarre le proprie conclusioni DURANTE la semina,piuttosto che DOPO la raccolta, i risultati ottenuti potrebbero essere decisamente fuorvianti. Dal punto di vista di molti tdg,ad esempio,anche molti di noi hanno infine avuto quello che meritavano. E,molti di loro ( 7 papi compresi) ,se valutati secondo altri tipi di parametri, tutto sommato se la passano meglio di molti di noi. Quindi, nel valutare il reale ed effettivo " raccolto" di un individuo, conoscere IL DOVE e IL QUANDO,diventa indispensabile. Dal tuo punto di vista, ad esempio, queste mie stesse riflessioni,potrebbero indurti a valutare la mia persona come " meno consapevole di te". Ma in base a cosa? In base alle parole di Osho o altri? O in base al fatto che la mia coscienza non si sente di abbracciare interamente i loro insegnamenti?
      Spero davvero tu capisca quello che cerco di spiegare, senza fraintendermi,cara Rugiada.
      Ale

      Elimina
    13. Dimenticare le vite precedenti, inoltre, avrebbe anche un altro scopo. Infatti molti credono che,determinate anime, si ritrovino a condividere insieme più esistenze. Ma,senza dimenticare le vite precedenti,come potrebbe una donna,sposare quello che,nella vita passata, magari era suo figlio? Inoltre, scambiandosi determinati ruoli di vita in vita,anche il karma ne trarrebbe beneficio. Un padre che è stato violento nella vita passata, potrebbe forse capire le mancanze della sua coscienza nella vita futura... vissuta magari come figlio maltrattato.
      Si,OK...lo so che sto spiegando per sommi ed imprecisi capi,non è facile esprimersi bene in merito a certi argomenti.
      Ad ogni modo, dal momento che ogni anima sceglie,in un certo senso, la sua nuova famiglia,in base anche alle esperienze che la sua coscienza necessita di fare per evolversi.... si ritorna,tra le altre cose,al dubbio iniziale.
      Insomma, se un'anima stabilisce che,per una sua evoluzione intrinseca,è opportuno rinascere in una famiglia con un padre pedofilo...perché mai,poi,noi ci dovremmo rammaricare per lui? Se la sua anima fa quelle esperienze, evidentemente di quelle aveva bisogno al fine di evolversi,o no?
      Ma,a questo punto, dove stanno le colpe oggettive dei Morris o dei Jackson ,ad esempio,che in questa vita tanto ci fanno accapponare la pelle??? In fin dei conti, loro come i pedofili, sarebbero semplici strumenti, per mezzo dei quali quelle esperienze possono aver luogo. L'abuso è un crimine troppo ignobile per essere soggetto a un simile ragionamento? OK,lo penso anch'io. Ma non è che gli abusi sessuali, siano le uniche sofferenze atroci presenti su questa terra. E riguardo a tutte le altre? Anche le altre sono escluse, oppure chi ne è soggetto, a quel punto....deve tornare a farsi chissà quali domande?
      E,poi,mi sembra pure umanamente comprensibile, che un bambino abusato o maltrattato,possa crescere con una sensibilità e delle difficoltà diverse dalla maggioranza. Forse,anche una volta cresciuto,non farebbe i salti di gioia, sentendosi dire cose del tipo : "noto che sei una persona malinconica, ti sei mai chiesto il perché? Hai mai provato ad indagare dentro te stesso con sincerità? Forse ,certe esperienze, te le sei anche attirate da solo( o da sola), ci hai mai riflettuto?",o altre cose simili. Forse, se decidesse di rispondere "senti un po' ,ma perché non inviti a farsi un auto esame mio padre o l'anziano che mi ha molestato, invece di dirlo a me, che non faccio altro da una vita?" ,ne avrebbe anche ben donde.
      Lo so,lo so,sono ragionamenti un po' estremizzanti...ma è solo per rendere l'idea.
      Ale

      Elimina
  24. i proclamatori sofferenti che si sentono bruciare devono rialzare la testa e la propria autostima e non soccombere! FARSI SENTIRE!
    La legge italiana lopermette!
    ... La componente oggettiva del delitto si fonda proprio su tre possibili tipologie di condotte. La prima si sostanzia nel costringere altri a fare qualche cosa; la seconda si esplica nel costringere altri a tollerare qualche cosa. Invece, la terza si manifesta nel costringere altri ad omettere qualche cosa. In particolare, la configurabilità della fattispecie criminosa in commento esige che la condotta sia compiuta con violenza oppure con minaccia.
    quindi quando l'anziano di turno ti "incoraggia benevolmente" a:
    - uscire in servizio
    - sentirti + spesso con i commenti
    - rinunciare a riferire alle autorità atti di vilenza/percosse/pedofilia ecc.

    l'anziano sta commettendo VIOLENZA PRIVATA!
    Art. 610 CP.
    Fratelli e sorelle ancora dentro, FATEVI SENTIRE!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Navigatore, è un pò di tempo che nei tuoi commenti leggo un livore crescente.

      E' successo qualcosa ultimamente? Se hai bisogno, scrivimi all'indirizzo del blog

      Elimina
    2. Navigatore, non servono gli articoli di legge perché la cosa migliore da fare è quello di stare il più possibile lontano da questa setta= abbandonarli per sempre.
      Io per primo ho messo in pratica questo e devo dirti che sono totalmente rinato da 6 anni.Non tornerei la dentro nemmeno se mi pagassero profumatamente.
      La pace interiore è la cosa più inportante da salvaguardare.
      Spero che anche tu possa trovarla al più presto!

      Elimina
    3. John, lo sfogo è attinente al post. I proclamatori sono prima di tutto persone con una loro dignità. Da valorizzare e non da svilire e calpestare dall'anziano di turno. Che ha a cuore solo il buon nome della WATCH TOWER x primo, poi la congregazione, poi vengono i nominati e x ultimo i proclamatori.
      Marco hai ragione, coloro che hanno carattere, non si fanno certo mettere i piedi in testa dall'anziano, ma molti proclamatori deprogrammati da anni di militanza, non hanno + la forza x andarsene.
      Io sono diversi anni che non frequento +, e come te Marco, sto benissimo. Il mio è un consiglio x coloro che soffrono ancora dentro. Consiglio semplice, diretto, efficace. L'enfasi, il calore, su concetti che funzionano ci sta! Eccome!!

      Elimina
  25. ....comunque a volte mi chiedo che male abbiamo fatto per ritrovarci in una situazione del genere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L.M., Ma che è successo ?

      Elimina
    2. ...navigatore...fa male dover scegliere tra fingere o perdere la propria famiglia, ligia da morire ai dettami wts....grazie navigatore...

      Elimina
  26. L.M, sicuramente nessuno di noi ha fatto qualcosa di male per ritrovarsi in una situazione del genere, però se dopo aver capito dove siamo finiti continuiamo a frequentare questi sfasati di testa non pensi che siamo noi stessi a farci del male?

    RispondiElimina
  27. Certo Marco, la mia era una domanda retorica....molti di noi che scrivono qui comunque si ritrovano a dover scegliere il male minore, parlo di chi ha tutta la famiglia dentro oppure si ritrova a lavorare per dei fratelli e non ha la possibilità di cambiare lavoro....certo, puoi anche decidere di mollare tutto con le conseguenze del caso, trovandoti comunque con una vita monca, privata dei tuoi affetti più cari...anche se sono d'accordo sulla pace mentale che conquisti una volta uscito dall ingranaggio....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte, se vivi a stretto contatto con i fondamentalisti WTS non puoi neppure "rallentare". Basta smettere di commentare o diminuire il servizio di campo che te li ritrovi subito a redarguirti...

      Elimina

E' OBBLIGATORIO FIRMARSI CON UN NICK (QUALSIASI) Non usate termini scurrili, insulti, calunnie, incitamenti all'odio razziale ed alla violenza, e NON menzionate la persone per nome o cognome reali. Sono vietati lo spamming, il copia-incolla ripetuto, i link a siti non approvati dalla redazione, i messaggi provocatori.
Altrimenti i post non saranno pubblicati o verranno cancellati.
La moderazione dei commenti è insindacabile ed a cura della redazione del blog. Se i vostri commenti non vengono pubblicati potete chiedere spiegazioni scrivendo alla redazione (vedi "come commentare" in alto nella colonna a sinistra)

Grazie

L'indirizzo email del blog lo trovate in fondo alla pagina (non nella visualizzazione per cellulari)