Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us


Per capire come "nasce" questo blog, leggere le pagine info sul blog nella colonna a sinistra
Un
archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla pagina

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE"

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”. (Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

martedì 28 febbraio 2017

Verità o mito? Riflessioni di una lettrice




Dio, il Creatore, o la Causa prima (o come lo vogliamo chiamare), nessuno lo conosce, anzi direi che le nostre presunte conoscenze partono/partivano dalla lettura di un libro considerato per secoli il prodotto di ispirazione divina ma che oggi è fortemente messo in discussione. Non si deve pensare che il motivo sia per forza il risultato di un'ondata di ateismo, ma semplicemente un forte desiderio di sapere come stanno veramente le cose e smetterla di prenderci in giro. Grazie all'avvento di internet viene data la possibilità di venire a conoscenza di nuovi studi su svariate discipline sia in campo scientifico che storiografico, filologico etc. che possono aiutarci ad aprire la mente e a non accettare più come verità assodate cose che invece hanno radici molto traballanti e fluttuano tra il mito e la leggenda. 

venerdì 24 febbraio 2017

Le polizze assicurative del corpo direttivo



Parlando di polizze assicurative, non mi riferisco ovviamente alle compagnie commerciali. Mi riferisco piuttosto a quei punti cardine che riescono a tenere mentalmente bloccate le persone. Sono una garanzia che, sebbene molti TdG un giorno possano aprire gli occhi, il dominio del corpo direttivo sulla maggioranza dei proclamatori non cesserà.

Si possono avere idee e atteggiamenti diversi (dal bigotto al "consapevole", tanto per citare l'altro blog) ma tra i Testimoni di Geova ci sono almeno 2 cardini dai quali, se non riesci a svincolarti, fai la "fine di una porta".

In che senso?


martedì 21 febbraio 2017

Come viene visto il Corpo Direttivo da alcuni Testimoni di Geova*



  LETTERA APERTA AL CORPO DIRETTIVO


Per quanto mi possiate dire di rappresentare il Cristo, a voi che sedete su milioni di testimoni di Geova e che ne determinate il credo e la dottrina, voi che vi siete auto-definiti "schiavo fedele", si a voi, io voglio dirvi che non credo più alle vostre parole, e sapete perché? Semplice, perché ora voglio vedere le vostre opere in relazione a Gesù.

sabato 18 febbraio 2017

Tutti felici e gioiosi: beteliti finalmente liberi di predicare a tempo pieno!



Grandi cambiamenti nell'ultimo anno! Migliaia di Beteliti hanno lasciato gioiosamente le case Betel di tutto il mondo per immergersi completamente nell'attività preferita: la predicazione porta a porta come pionieri regolari o missionari Testimoni di Geova.
Molti di loro sono felici di non dover più pesare economicamente sulla fratellanza mondiale, e benchè alcuni siano avanti con l'età, per loro dover tornare a svolgere un lavoro secolare (anche umile e male retribuito) per mantenersi è fonte d'orgoglio.
In fondo la vita alla Betel non rappresentava la vera vita del cristiano modello.

Adesso, soli in questo mondo malvagio succube di satana ed alle sue battute finali, sono grati a Geova di poter dimostrare, nelle difficoltà, di che "pasta" sono fatti.


mercoledì 15 febbraio 2017

I lettori ci scrivono: cosa salvare della nostra esperienza?


Cosa salvare della nostra esperienza fatta nei Testimoni di Geova?

Quando con la nostra mente andiamo a ritroso nel tempo e ripensiamo al nostro vissuto trascorso dentro l'organizzazione dei TdG, spesso affiora un domanda: cosa salvare di quell'esperienza? Personalmente, io e mia moglie abbiamo trascorso circa 35 anni dentro l'organizzazione, e poiché eravamo poco più che diciottenni, si comprende facilmente come la scelta fatta all'epoca si sia sovrapposta in maniera preponderante e invadente sulla nostra esistenza, condizionando ogni aspetto della nostra vita, annichilendo ogni nostro desiderio e vivendo da quel momento in poi con una sensazione di precarietà e di urgenza tipica di chi sa che da un momento all'altro tutto può finire. 

martedì 14 febbraio 2017

Perchè restano tra i Testimoni di Geova?




Vorrei andare via, smetterla di fingere, ogni volta che vado in servizio, davanti ad ogni porta che si apre e ad ogni persona che mi si presenta, dover ripetere la solita tiritera. "Stiamo parlando di Dio", "vorrei porle una domanda", "posso lasciarle una rivista?".
Ogni volta sento di mentire a me stesso e agli altri, perché sò, ed è questo a fare la differenza. Sò cosa realmente succederebbe se quella persona iniziasse a studiare e magari venisse in sala. Sò bene che una volta battezzata, dovrebbe assoggettarsi come me e tanti altri fratelli, "a quelli che prendono la direttiva", senza contestare, sentirsi liberi di esporre un punto di vista che sia differente da quello del "corpo direttivo", pena l'ostracismo coatto. 

venerdì 10 febbraio 2017

Due video che possono mettere in crisi un Testimone di Geova convinto


Servirà pazienza, molta pazienza, ad un Testimone di Geova convinto, per guardarsi questi due video. La convinzione di essere l'unico gruppo religioso che predica, diffonde la morale cristiana, rispetta i valori insegnati da Cristo, è una convinzione forte, persistente che in effetti chiude occhi, orecchi (e cuore) a molti.
Se si riuscisse ad andare oltre i primi 3 minuti, e ad ascoltare SENZA pregiudizio tutto il contenuto dei 2 video (che trattano molteplici aspetti), e se si riuscisse a rifletterci su, nascerebbero spontanee molte domande.


lunedì 6 febbraio 2017

Perchè se ne vanno?



(Ma sopratutto: ha senso ostracizzarli?)

Perchè oggi molti giovani lasciano il movimento dei Testimoni di Geova? E' solo il rigetto della religione, dell'adorazione a Dio, o c'è dell'altro? Il viaggio dentro la vita e le esperienze di Sharon potranno dirci qualcosa di più.


Una tazza di tè con...

venerdì 3 febbraio 2017

Dinamica di un abuso



Ho trovato questa storia sul web, ed ho deciso di pubblicarla affinchè i lettori, dopo averla letta, riflettano sulle direttive contenute ancora oggi nel KS (il manuale ad esclusivo uso degli anziani di congregazione "Pascete il gregge di Dio") e si facciano uno loro opinione. Questa storia NON ha nulla a che fare con il mondo dei Testimoni di Geova, ma descrive la psicologia di una vittima ed i suoi sentimenti. Messa in relazione con le istruzioni impartite dal corpo direttivo del "felice popolo di Dio" riguardo a come agire in caso di un presunto abuso su minore, fa sorgere molte riflessioni.