Usando questo sito, dichiarate di aver letto il Disclaimer e le norme sulla Privacy relativa ai contatori Shinystat e whos.among.us


Per capire come "nasce" questo blog, leggere le pagine info sul blog nella colonna a sinistra
Un
archivio del blog, con tutti i post fino ad oggi pubblicati, elencati per mese, lo trovate in fondo alla pagina

NORME relative ai commenti alla pagina "COME COMMENTARE"

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”. (Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)

domenica 31 gennaio 2016

I lettori ci scrivono: Talassemia e trasfusioni di sangue




"Allargare l'area della consapevolezza"

questa frase è presa da un opera dal poeta Allen Ginsberg.

(E-mail di un lettore del blog)


In particolare mi rivolgo ai testimoni di Geova che non hanno il coraggio di abbandonare la loro religione, pur  avendo capito che la loro guida, cioè il corpo direttivo, è nel falso e mente sapendo di mentire. 
Non ho intenzione di addentrami in dispute teologiche ,il mio sarà un invito alla ragione senza scomodare il Buon Dio che ha cose più serie da fare.

Un piccolo esempio di falsità geovista:
http://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/102001008, in questo link tratto dal sito ufficiale dei testimoni di Geova c'è una lettera di una donna affetta da Talassemia che guarisce grazie ad una dieta...



sabato 30 gennaio 2016

L'ironia del blog "proclamatore consapevole"



proclamatore consapevole

Come essere nominato "anziano" in 10 mosse


Ad aprile 2015 è apparso su "Proclamatore Consapevole" un'articolo, a detta loro, ironico, su come fare carriera nella congregazione.

La premessa era: Si applica a quelle congregazioni, (per fortuna pochissime) dove ci sono anziani nominati che .... guardano più all'apparenza che alla sostanza.

Leggete e dite se, secondo voi, sono rare queste situazioni...


venerdì 29 gennaio 2016

Sforziamoci con vigore...


“Sforzatevi con vigore per entrare dalla porta stretta” – Luca 13:24

  
Una vecchia storia racconta quando Dio, cercando un popolo da guidare, chiese agli ebrei se volevano essere loro questo popolo.

“Cosa dobbiamo fare?” chiesero gli ebrei
“Accettare un mio comandamento” rispose Dio
“E quanto ci costa?” chiesero di nuovo gli ebrei...

martedì 26 gennaio 2016

Servizio di Pelazza a "le Iene" su Italia 1 - mediaset - sui Testimoni di Geova


L'ultimo servizio delle "Iene" è andato in onda oggi 1 marzo 2016

ecco il link per chi se lo fosse perso......

http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/pelazza-testimoni-di-geova-e-abusi-sessuali_598567.html 



Qui tutti gli articoli del blog inerenti il problema della pedofilia tra i TDG:

http://testimonidigeovachiedono.blogspot.it/search/label/Pedofilia

Siamo ubbidienti alle regole?



Sono esse essenziali per ottenere la salvezza? 

Che esempio diede Gesù?


In generale, tali “regole” o “disposizioni” sono contenute nella Bibbia e veniamo esortati a seguirle per il nostro bene. D’altra parte Geova sa perfettamente di cosa abbiamo bisogno forse anche meglio di noi e i consigli che ci dà producono i loro frutti  se messi in pratica.
Ma dovremmo essere ubbidienti anche alle “regole” o “disposizioni” che ci vengono date da un organizzazione che pretende di avere lo Spirito Santo di Geova?
Per rispondere a questa domanda dovremmo capire se queste  “regole” o “disposizioni” sono date con lo scopo di aiutare il nostro prossimo o piuttosto per non farci distogliere da ciò che è il nostro dovere primario: il servizio di campo alla ricerca di persone in grado di sostenere ulteriormente la WTS, soprattutto finanziariamente.
A questo proposito vediamo come si comportò Gesù verso le “regole” o “disposizioni”...



lunedì 25 gennaio 2016

I Testimoni di Geova e la libertà di opinione



Dichiarazione universale dei diritti umani


Alcuni articoli rivendicati dai Testimoni di Geova per avere libertà di espressione e di culto sono:

Articolo 18

Ogni individuo ha diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione; tale diritto include la libertà di cambiare di religione o di credo, e la libertà di manifestare, isolatamente o in comune, e sia in pubblico che in privato, la propria religione o il proprio credo nell'insegnamento, nelle pratiche, nel culto e nell'osservanza dei riti.

Articolo 19

Ogni individuo ha diritto alla libertà di opinione e di espressione incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo a frontiere.

Articolo 20

1. Ogni individuo ha diritto alla libertà di riunione e di associazione pacifica.
2. Nessuno può essere costretto a far parte di un'associazione.


ma...


domenica 24 gennaio 2016

"Il mistero compiuto" di Charles Taze Russel


Interessanti riflessioni su alcuni paragrafi



Il libro The Finished Mystery (Il mistero compiuto),* pubblicato nel 1917, smascherò apertamente l’ipocrisia della cristianità. Il clero reagì con furia. In tempi più recenti, le Notizie del Regno N. 37, “È vicina la fine della falsa religione!”, hanno indotto molti a schierarsi a favore o contro il Regno di Dio. w 07 15/12 p. 24-25


Ma conteneva anche un severo monito che è rimasto inascoltato !




venerdì 22 gennaio 2016

Bulimia e suicidio: nel libro degli anziani KS





Il libro per gli anziani KS "pascete il gregge di Dio"... 


Nel cercare di amministrare la “giustizia” in congregazione, gli anziani potrebbero trovarsi di fronte delle persone che stanno vivendo dei disagi psichici. E’ molto difficile fare valutazioni di questo tipo, distinguere tra un comportamento volontario, ed uno indotto da una patologia.

Sappiamo cosa accade spesso nel mondo, ad esempio, quando viene compiuto un efferato delitto. Di solito si sente dire nei telegiornali che tale imputato si è dichiarato colpito da seminfermità mentale. E’ uno stratagemma che usano molti avvocati per difendere i loro clienti, al fine di risparmiargli qualche anno di carcere. Ma chi è che deve attestare e riconoscere questa seminfermità mentale? Il giudice? Non sia mai ! La questione viene affidata a medici legali qualificati i quali (pur considerando un certo margine di errore) predisporranno le dovute analisi per l’imputato e daranno il loro parere.

Cosa accade invece quando ad affrontare una persona instabile psicologicamente sono un gruppo di anziani di un comitato giudiziario? Che direttive hanno ricevuto? Che precauzioni vengono esortati a prendere per tutelare la “pecora smarrita” dal punto di vista medico?



mercoledì 20 gennaio 2016

Insieme si cresce




"Perciò continuate a confortarvi gli uni gli altri e a edificarvi gli uni gli altri, come infatti state facendo"
1 Tessalonicesi 5:11

"...mi ha mandato a fasciare quelli che hanno il cuore rotto, a proclamare la libertà a quelli che sono in schiavitù e la completa apertura [degli occhi] anche ai prigionieri"
Isaia 61:1



Siamo in tanti che leggiamo queste pagine. Ognuno con la sua idea. Ognuno con la sua storia. Molti di noi hanno sofferto. E solo ciascuno di noi sa per cosa, non è necessario spiegarlo di nuovo.

C'è qualcuno che ci legge che sta ancora soffrendo. Forse è confuso, forse ha timore. Oppure è sotto pressione, e noi non sappiamo chi è o di cosa ha bisogno. Però torna ogni giorno a leggere, leggere gli articoli ed i vostri commenti.

Alcuni di noi hanno qualcosa da raccontare, dei pensieri da esprimere. Possiamo farlo tutti. E solo noi sappiamo in che modo. 

Caro lettore, qualcuno potrebbe trarre giovamento dalle tue riflessioni, o dalla tua esperienza, e sentirsi meno solo.

Questo è un blog dei lettori. Se desiderate scrivere un post, per raccontare la vostra esperienza o per condividere le vostre riflessioni, scrivetemi. Qualcuno l'ha fatto, e ne abbiamo tratto beneficio tutti.

Scrivete a tdgchiedono@yahoo.it 

Le vostre riflessioni o la vostra esperienza potrebbero essere importanti.


Felice di leggervi e di avervi con noi,

              

                                                                                         John C.






* * * * *

Stai leggendo questa pagina da un cellulare?













martedì 19 gennaio 2016

Watchtower e Testimoni di Geova: pedofilia in Australia (parte 3)


Gli anziani dei Testimoni di Geova hanno messo a tacere e lasciato senza alcun supporto le vittime di abusi

Conclusioni della Commissione Reale Australiana sulla Watchtower (parte 3)










I due articoli precedenti di questa serie hanno discusso le politiche della Watchtower in materia di abusi su minori e il dibattito scritturale inerente. Tuttavia, questo non è un dibattito teorico di interesse solo per studiosi e avvocati. Al centro di tutto questo tira e molla sulle Scrittura e sulle leggi ci sono esseri umani reali.

Qual è l’impatto effettivo che hanno le politiche della Watchtower quando vengono messe in pratica sulle vittime di abusi?
Due di questi sopravvissuti sono stati in grado di dare una testimonianza dettagliata ed esauriente alle udienze della Commissione Reale Australiana, e la relazione del consulente legale contiene i racconti dettagliati relativi alle loro esperienze.

Il caso di BCB

La prima vittima ascoltata era una donna a cui ci si riferisce come BCB per proteggere la sua identità. Ha raccontato che l’anziano dei Testimoni di Geova Bill Neill ha ripetutamente abusato di lei da quando aveva 15 anni. Ha delineato in dettagli strazianti l’impatto che le politiche della Watchtower hanno avuto su di lei. Tra questi:


domenica 17 gennaio 2016

Potete mostrare amore ai vostri cari, anche se disassociati




Poiché chi non pratica la misericordia avrà il [suo] giudizio senza misericordia. La misericordia esulta trionfalmente sul giudizio. Giacomo 2:13

Per esempio, Dio disse: ‘Onora tuo padre e tua madre’; e: ‘Chi insulta padre o madre finisca nella morte’. 5 Ma voi dite: ‘Chiunque dice a suo padre o a sua madre: “Qualunque cosa io abbia mediante cui potresti ricevere beneficio da me è un dono dedicato a Dio”, 6 non deve affatto onorare suo padre’. E così avete reso la parola di Dio senza valore a causa della vostra tradizione. Matteo 15:4-6


Leggiamo spesso di storie strazianti, che riguardano persone che vengono espulse dall'organizzazione (a volte ingiustamente), o che se ne sono allontanate per motivi di coscienza, firmando una lettera di dissociazione (forse non pensando alle conseguenze).
Figli e genitori, nipoti e nonni, fratelli e sorelle (di sangue) separati da un invisibile e crudelissimo muro. Un'ostracismo che i primi cristiani praticavano solo verso coloro che oltre ad essere peccatori, erano anche malvagi e forse criminali, volendo fare del male (fisicamente o moralmente e spiritualmente) ai propri conservi cristiani. Il tutto invece si è trasformato come consuetudine disciplinare che deve colpire tutti indistintamente, a causa di una personalissima veduta di pochi, ed imposto come regola alla maggioranza.



sabato 16 gennaio 2016

Un'adunanza familiare...







"Satana si é Acceso Contro il Rimanente" - Discorso annuale di Ted Wilson

Sono rimasto sorpreso trovando "per caso" questo video su youtube. 




venerdì 15 gennaio 2016

GUIDA ALLE ATTIVITÀ PER L’ADUNANZA VITA CRISTIANA E MINISTERO APRILE 2016


GUIDA ALLE ATTIVITÀ PER L’ADUNANZA VITA CRISTIANA E MINISTERO APRILE 2016


Incoraggiamo e rafforziamo altri con parole gentili

GUIDA PER L’ADUNANZA VITA CRISTIANA E MINISTERO APRILE 2016


Il programma conterrà un articolo che ha per tema la summenzionata esortazione.

Benissimo. Speriamo che i fratelli ne facciano tesoro !


Esortazione, che spesso purtroppo viene disattesa dalla maggior parte dei fratelli.

A volte non si tratta di cattiveria, ma di vera e propria impreparazione. Altre volte insensatezza o arroganza, sicurezza di saper confortare quando non si è assolutamente capaci di farlo.

Esempi e applicazioni: se ne fanno tanti, ma spesso purtroppo sono parole al vento...

Ecco alcune "perle" sentite con le mie orecchie in questi anni:



martedì 12 gennaio 2016

Suona il violino




Wallace Henry  Hartley (Colne, 2 giugno 1878 – Oceano Atlantico, 15 aprile 1912) è stato un violinista e direttore dell'orchestra dell'RMS Titanic durante il suo viaggio inaugurale ed unico. Dopo che il Titanic colpì un iceberg, la notte del 14 aprile 1912, e cominciò ad affondare, Hartley e i suoi colleghi iniziarono a suonare per aiutare a mantenere i passeggeri calmi e permettere all'equipaggio di preparare le scialuppe di salvataggio. Celebre la frase di Hartley: "Signori, vi saluto!" indirizzato ai membri del suo complesso, prima del tentativo di concludere di suonare e andarsi a salvare. Molti dei sopravvissuti affermarono che lui ed il resto del complesso rimasero a suonare sino alla fine del naufragio. ( Wikipedia) . 

I sopravvissuti del TITANIC dopo l’impatto con l’iceberg  raccontano dello sgomento dei passeggeri che non capivano cosa stesse accadendo; coloro che si trovavano fuori nei ponti della nave  si resero quasi immediatamente conto della sua gravità,  chi  invece era ancora all' interno non comprendeva cosa accadeva. Molti dei passeggeri, storditi e  perplessi,  non mettendosi in salvo  immediatamente, non raggiunsero le scialuppe e morirono. Nel frattempo Wallace Henry  Hartley  continuando a negare l’evidenza non smise di  suonare il suo violino  creando nei passeggeri che si trovavano all'interno del grande salone un falso senso di sicurezza che li rese indecisi sul da farsi: attimi di indecisione che a molti costarono la vita. 

Stiamo oggi assistendo ad una cosa simile dove la Wachtower (WT) continua a suonare il violino  come se nulla fosse, dando a chi si associa un falso senso di sicurezza?  Cosa dicono i fatti?


domenica 10 gennaio 2016

Watchtower e Testimoni di Geova: pedofilia in Australia (parte 2)







Geoffrey Jackson, membro del Corpo Direttivo, è stato “evasivo e di nessun aiuto”

Conclusioni della Commissione Reale Australiana sulla Watchtower (parte 2)




Nell’ottavo e ultimo giorno dell’indagine della Commissione Reale, qualcosa di molto raro e significativo ha avuto luogo.
Il membro del Corpo Direttivo della Watchtower, Geoffrey Jackson, ha preso la parola per rispondere pubblicamente a delle domande su alcuni degli aspetti più segreti e accuratamente custoditi della politica Watchtower: il modo in cui i testimoni di Geova si occupano di accuse interne di abusi sui minori.
Non è stato facile portarlo davanti alla Commissione.
La dichiarazione di Jackson quel giorno che era “felice di testimoniare” sembra piuttosto incongruente con la lotta titanica che i funzionari della Watchtower, interrogati prima di lui, hanno ingaggiato per tenerlo fuori della questione, al punto da, apparentemente,  tentare di ingannare la Commissione sul ruolo di Jackson nell’organizzazione.


venerdì 8 gennaio 2016

Conclusioni della Commissione Reale Australiana sulla Watchtower (parte 1)










Le politiche della Watchtower pongono i bambini Testimoni ad un “significativo rischio di abusi sessuali”




L’estate del 2015 ha visto la Commissione Reale Australiana, in risposta ad un’inchiesta istituzionale, tenere un’udienza di otto giorni concentrandosi sull’organizzazione dei Testimoni di Geova.
Lungi dall’essere degli sterili dibattiti legali, le audizioni hanno fatto il giro del mondo, e per una buona ragione. E’ emerso dal dibattito che dal 1950 la filiale australiana della Watchtower non ha denunciato alle autorità più di 1006 casi di presunta pedofilia verificatisi all’interno delle congregazioni, e questo non è stato causato da incompetenza ma da specifiche politiche interne e dottrine dell’organizzazione.
Ora, dopo circa sei mesi, la Commissione ha pubblicato le Conclusioni del proprio consulente legale, Angus Stewart.



mercoledì 6 gennaio 2016

Siamo gli unici che predicano?





I TESTIMONI DI GEOVA SONO GLI UNICI CHE PREDICANO?

  dal sito www.jwfacts.com (traduzione da un collaboratore) 



La Watchtower afferma che solo i Testimoni di Geova adempiono al comando divino di predicare il Regno di Dio di casa in casa. Questa affermazione si basa su un errore di traduzione di Atti 20:20 nella Traduzione del Nuovo Mondo. Inoltre, tutte le religioni cristiane predicano in un modo o nell’altro, altrimenti non avrebbero alcun aderente.




martedì 5 gennaio 2016

domenica 3 gennaio 2016

L'annuario 2016: una battuta d'arresto evidente dal rapporto mondiale?


Il rapporto mondiale dei testimoni di Geova: 

Jw.org, sotto la lente l'annuario 2016



Leggendo il rapporto mondiale appena uscito sull'annuario 2016, non sembrano esserci novità sostanziali nella crescita del  numero di proclamatori in tutto il mondo. Anche se nell'ultimo decennio si sono registrati circa 240/270.000 battezzati all'anno, la crescita effettiva annuale  è sempre stata di circa 80/100.000 proclamatori in meno. Cosa significa? Che ogni anno circa 100.000 fratelli e sorelle smettono di associarsi all'organizzazione. Possibile che siano tutte persone decedute, magari per età avanzata? Sicuramente nel  numero di proclamatori mancanti all'appello c'è purtroppo qualche vita persa, ma ci sono anche molti inattivi, ed anche disassociati o dissociati...



sabato 2 gennaio 2016

I testimoni di Geova apprezzano veramente il voto matrimoniale?





un articolo pubblicato sul sito www.jwsurvey.org (traduzione)

Lo scorso anno, ho dato inizio alla mia uscita dai Testimoni di Geova. Questo mio passaggio verso l’inattività non è passato inosservato.
Alcuni compagni di fede ed amici hanno detto: "Attenzione. Satana sta lavorando tuo marito per trattenerti dal servire Geova ".
Perché questi avvertimenti drastici? Forse era un uomo violento, mi impediva di frequentare le adunanze? Forse mi urlava contro e mi impediva di predicare? Ha cercato di minare la mia fede con idee apostate, al posto di verità bibliche?
La risposta a tutte queste domande è un sonoro "no!" Era lo stesso uomo che avevo sposato, amorevole, laborioso, onesto, e morale. L'unica cosa che era cambiata era che lui, un anno prima, aveva abbandonato la religione della sua giovinezza, senza nessuno sbaglio, disciplina o spiegazione...